Consigli per stare in forma

I prodotti dell'inverno

Suggerisci il consiglio

Autore: La nutrizionista Sabrina Severi

Quali caratteristiche dei prodotti dell’inverno li rendono unici e inimitabili?

 

Un alto contenuto di clorofilla e vitamina C. La clorofilla dona il colore verde a tutti i vegetali in foglia tipici dell’inverno e ha un’azione antiossidante molto spiccata. Insieme alla vitamina C e ad altri fitocomponenti, protegge la pianta dal freddo e quindi, per complementarietà, il loro consumo ci aiuta ad affrontare meglio questa stagione.

 

Un contenuto tra i più alti di calcio, potassio e magnesio dona ai vegetali invernali un forte potere alcalinizzante, utile nel nostro corpo a tamponare l’acidità nei tessuti e a prevenire lo sviluppo di stati infiammatori e malattie.

 

Sapore e croccantezza inimitabili, grazie alle lunghe notti e alle rigide temperature invernali

 

 

Ma cosa cresce nell’orto d’inverno?

Spinaci, cicoria, cime di rapa, se l’inverno non è troppo rigido o se l’orto è dotato di tunnel protettivo, sono ricchi di clorofilla e vitamina C.

Aglio, cipolla e porri perché sviluppandosi sotto terra sono parzialmente protetti dal freddo invernale.

Arance, limoni e loti o cachi, per un pieno di vitamina A e vitamina C.

 

 

 

 

• Non crescono nell’orto ma nella credenza… sono le conserve preparate durante l’estate: perfette per riassaporare il gusto del sole quando il gelo e la neve sono i compagni delle nostre giornate.

I prodotti dell'inverno

Quali caratteristiche dei prodotti dell’inverno li rendono unici e inimitabili?

 

Un alto contenuto di clorofilla e vitamina C. La clorofilla dona il colore verde a tutti i vegetali in foglia tipici dell’inverno e ha un’azione antiossidante molto spiccata. Insieme alla vitamina C e ad altri fitocomponenti, protegge la pianta dal freddo e quindi, per complementarietà, il loro consumo ci aiuta ad affrontare meglio questa stagione.

 

Un contenuto tra i più alti di calcio, potassio e magnesio dona ai vegetali invernali un forte potere alcalinizzante, utile nel nostro corpo a tamponare l’acidità nei tessuti e a prevenire lo sviluppo di stati infiammatori e malattie.

 

Sapore e croccantezza inimitabili, grazie alle lunghe notti e alle rigide temperature invernali

 

 

Ma cosa cresce nell’orto d’inverno?

Spinaci, cicoria, cime di rapa, se l’inverno non è troppo rigido o se l’orto è dotato di tunnel protettivo, sono ricchi di clorofilla e vitamina C.

Aglio, cipolla e porri perché sviluppandosi sotto terra sono parzialmente protetti dal freddo invernale.

Arance, limoni e loti o cachi, per un pieno di vitamina A e vitamina C.

 

 

 

 

• Non crescono nell’orto ma nella credenza… sono le conserve preparate durante l’estate: perfette per riassaporare il gusto del sole quando il gelo e la neve sono i compagni delle nostre giornate.

Alla ricerca della forma

Per affrontare la calura, non devono mai...

Preparare un secondo piatto al cartoccio...

Idratarsi bene significa fornire al...