Consigli per stare in forma

In guardia!

Suggerisci il consiglio

 

Ecco come tenere alte le difese del nostro sistema immunitario in vista dell’inverno

 

Autore: Farmacista dottoressa Alessia Aldin

 

Il sistema immunitario consiste in una complessa struttura difensiva che il nostro organismo schiera per salvaguardarci da assalti esterni quali virus, batteri, parassiti. In particolari condizioni, eventualmente dovute a periodi di stress psico-fisico intenso, la sua funzionalità può risultare compromessa, con un conseguente calo delle difese. In vista della stagione invernale si può intervenire dando al nostro corpo un sostegno in più. Fare chiarezza fra le varie proposte presenti sul mercato può aiutarci a capire quale sia la soluzione più adatta a noi, ma anche a leggere con coscienza le etichette dei vari rimedi. Vediamo allora insieme quali aiuti possiamo avere sia dalla fitoterapia che dalle vitamine.

 

DALLA FITOTERAPIA: ECHINACEA E UNCARIA


L’Echinacea regna sovrana fra i prodotti a sostegno delle difese immunitarie. Si tratta di una pianta della famiglia delle Compositae originaria del Nord America della quale esistono diverse varietà, ma tre sono quelle più usate in fitoterapia: Echinacea Angustifolia, Echinacea Pallida e Echinacea Purpurea. Possiede proprietà antivirali, antibatteriche e immunostimolanti. Può essere impiegata in fase preventiva, assumendola a cicli di circa 20 giorni, intervallati da pause, ma trova impiego anche durante le fasi acute. Questa pianta aiuta a migliorare la sintomatologia dei disturbi a carico dell’apparato respiratorio quali tosse, raffreddore, bronchite, mal di gola, tonsillite. Esistono diversi preparati contenenti Echinacea, che vengono prodotti utilizzando più parti della pianta, dalle radici alle foglie: possiamo trovare estratti secchi incapsulati, estratti idroalcolici, ma anche estratti analcolici, adatti ai più piccoli o a chi non tollera le prime due forme. Per la marcata azione stimolante del sistema immunitario bisogna valutare attentamente l'utilizzo di Echinacea e prestare molta attenzione nel caso in cui si sia affetti da patologie autoimmuni. L’Uncaria Tomentosa è una pianta originaria dell’America del Sud, della quale spiccano le proprietà antivirali e antiossidanti. Viene spesso inserita nei preparati insieme all’Echinacea, in modo che possano operare in sinergia. L'Uncaria può essere un rimedio prezioso anche per coloro che soffrono spesso di herpes labiale, in quanto è in grado di alleviare velocemente i sintomi in fase acuta, aiutando a prevenirne la ricomparsa.

  

DALLE VITAMINE: LA VIT. C E LA VIT. D


La vitamina C è sicuramente nota per le sue proprietà benefiche per l’organismo, specialmente durante gli stati influenzali. Si tratta di un potente antiossidante in grado anche di aumentare la reattività del corpo umano nei confronti delle infezioni. Se vi è la necessità di integrarla e si desidera utilizzare una fonte più naturale possibile, si può optare per le ciliegie di acerola, che ne contengono quantità elevatissime. Si possono trovare commercializzate sotto forma di pastiglie masticabili, dal gusto gradevole. Abusarne non serve: si tratta di una vitamina idrosolubile che, una volta in eccesso, viene direttamente escreta dal nostro corpo attraverso le urine. La vitamina D viene comunemente prodotta dalla pelle in seguito all’esposizione solare, o assunta tramite alimenti quali uova, olio di fegato di merluzzo e pesci grassi. La sua funzione più nota è quella di regolare l’assorbimento del calcio e con esso la mineralizzazione ossea. I più recenti studi di immunologia hanno messo in evidenza un ruolo chiave di questa vitamina nel controllo della risposta immunitaria, tramite l’attivazione dei linfociti, in particolare quelli di tipo “T”.
I linfociti T sono cellule del nostro sistema immunitario specializzate nel riconoscere gli agenti nocivi esterni e promuoverne l’eliminazione. In caso di carenza di vitamina D si possono assumere integratori, generalmente di tipo liquido-oleoso, dei quali bastano poche gocce al giorno per raggiungere concentrazioni adeguate.

Questo articolo ha un carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. Il lettore pertanto utilizzerà tali informazioni sotto la sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso l'autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti sia indiretti o da problemi causati dall’utilizzo delle informazioni suggerite o degli schemi dietetici proposti.

 

In guardia!

 

Ecco come tenere alte le difese del nostro sistema immunitario in vista dell’inverno

 

Autore: Farmacista dottoressa Alessia Aldin

 

Il sistema immunitario consiste in una complessa struttura difensiva che il nostro organismo schiera per salvaguardarci da assalti esterni quali virus, batteri, parassiti. In particolari condizioni, eventualmente dovute a periodi di stress psico-fisico intenso, la sua funzionalità può risultare compromessa, con un conseguente calo delle difese. In vista della stagione invernale si può intervenire dando al nostro corpo un sostegno in più. Fare chiarezza fra le varie proposte presenti sul mercato può aiutarci a capire quale sia la soluzione più adatta a noi, ma anche a leggere con coscienza le etichette dei vari rimedi. Vediamo allora insieme quali aiuti possiamo avere sia dalla fitoterapia che dalle vitamine.

 

DALLA FITOTERAPIA: ECHINACEA E UNCARIA


L’Echinacea regna sovrana fra i prodotti a sostegno delle difese immunitarie. Si tratta di una pianta della famiglia delle Compositae originaria del Nord America della quale esistono diverse varietà, ma tre sono quelle più usate in fitoterapia: Echinacea Angustifolia, Echinacea Pallida e Echinacea Purpurea. Possiede proprietà antivirali, antibatteriche e immunostimolanti. Può essere impiegata in fase preventiva, assumendola a cicli di circa 20 giorni, intervallati da pause, ma trova impiego anche durante le fasi acute. Questa pianta aiuta a migliorare la sintomatologia dei disturbi a carico dell’apparato respiratorio quali tosse, raffreddore, bronchite, mal di gola, tonsillite. Esistono diversi preparati contenenti Echinacea, che vengono prodotti utilizzando più parti della pianta, dalle radici alle foglie: possiamo trovare estratti secchi incapsulati, estratti idroalcolici, ma anche estratti analcolici, adatti ai più piccoli o a chi non tollera le prime due forme. Per la marcata azione stimolante del sistema immunitario bisogna valutare attentamente l'utilizzo di Echinacea e prestare molta attenzione nel caso in cui si sia affetti da patologie autoimmuni. L’Uncaria Tomentosa è una pianta originaria dell’America del Sud, della quale spiccano le proprietà antivirali e antiossidanti. Viene spesso inserita nei preparati insieme all’Echinacea, in modo che possano operare in sinergia. L'Uncaria può essere un rimedio prezioso anche per coloro che soffrono spesso di herpes labiale, in quanto è in grado di alleviare velocemente i sintomi in fase acuta, aiutando a prevenirne la ricomparsa.

  

DALLE VITAMINE: LA VIT. C E LA VIT. D


La vitamina C è sicuramente nota per le sue proprietà benefiche per l’organismo, specialmente durante gli stati influenzali. Si tratta di un potente antiossidante in grado anche di aumentare la reattività del corpo umano nei confronti delle infezioni. Se vi è la necessità di integrarla e si desidera utilizzare una fonte più naturale possibile, si può optare per le ciliegie di acerola, che ne contengono quantità elevatissime. Si possono trovare commercializzate sotto forma di pastiglie masticabili, dal gusto gradevole. Abusarne non serve: si tratta di una vitamina idrosolubile che, una volta in eccesso, viene direttamente escreta dal nostro corpo attraverso le urine. La vitamina D viene comunemente prodotta dalla pelle in seguito all’esposizione solare, o assunta tramite alimenti quali uova, olio di fegato di merluzzo e pesci grassi. La sua funzione più nota è quella di regolare l’assorbimento del calcio e con esso la mineralizzazione ossea. I più recenti studi di immunologia hanno messo in evidenza un ruolo chiave di questa vitamina nel controllo della risposta immunitaria, tramite l’attivazione dei linfociti, in particolare quelli di tipo “T”.
I linfociti T sono cellule del nostro sistema immunitario specializzate nel riconoscere gli agenti nocivi esterni e promuoverne l’eliminazione. In caso di carenza di vitamina D si possono assumere integratori, generalmente di tipo liquido-oleoso, dei quali bastano poche gocce al giorno per raggiungere concentrazioni adeguate.

Questo articolo ha un carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. Il lettore pertanto utilizzerà tali informazioni sotto la sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso l'autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti sia indiretti o da problemi causati dall’utilizzo delle informazioni suggerite o degli schemi dietetici proposti.

 

Conad consiglia:

Alla ricerca della forma

  In questa stagione non...

Le vacanze estive sono il periodo...

  Accorgimenti e rimedi per...