News

Muove i primi passi la nuova edizione del Grande Viaggio

30/03/2016

 

 Il trait d’union che lega le dodici tappe è quest’anno la comunità e i valori dello stare assieme. Ricco il programma di ogni week end che, tra musica, giochi di strada, talk show e apericena, coinvolgerà adulti e bambini. La domenica si aprirà con un appuntamento dedicato agli anziani, all’insegna di brani musicali e sorrisi. Prima tappa a Lodi, il 16 e 17 aprile; ultima a Caserta, il 2 e 3 luglio.

 

BOLOGNA, 30 MARZO 2016 – E’ l’Italia dei mille comuni e dei mille campanili, l’Italia delle persone e delle comunità quella che Conad incontrerà nella nuova edizione del Grande Viaggio 2016, iniziativa itinerante che è stata presentata questa mattina al Savoia Hotel Regency di Bologna in un incontro rivolto ai rappresentati del mondo Conad e delle sette cooperative aderenti Conad, in cui si sono confrontati parlando di comunità, valori e consumi Giuseppe Zuliani, direttore customer marketing e comunicazione Conad, Romolo de Camillis, Nielsen, Roberta Paltrinieri, Università Alma Mater, Bologna e Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad.

Dodici tappe, dal Nord al Sud, da aprile a luglio, che hanno come trait d’union la comunità, i valori dello stare assieme e la piazza, luogo simbolo dei saperi e dei sapori, in cui incontrarsi, dialogare e fare festa. 

Prima tappa, il 16 e 17 aprile a Lodi. Seguiranno, ad ogni successivo week end, Ferrara, Novara, Pesaro, Teramo, Padova, Lucca, Ascoli Piceno, Gaeta (Latina), Trapani, Pistoia e, a chiudere, il 2 e 3 luglio la tappa finale a Caserta.

 

«Essere comunità oggi, riscoprirsi comunità, significa coltivare un’identità unica e irripetibile: ogni persona che vi appartiene si identifica con un determinato territorio ma anche con le tradizioni, la solidarietà, la partecipazione. Oltre che con il cibo, i consumi. E ogni comunità di persone esprime valori, emozioni, opinioni e bisogni», sottolinea l’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese. «Il territorio e la sua comunità sono il vero motore dell’economia e dei consumi. La ripartenza del nostro Paese parte da loro, da tante piazze sempre più trascurate e penalizzate. Vogliamo riportare le persone in piazza, confrontarci, dialogare, misurarci con loro. Siamo tutti dei Don Chisciotte; non perché corriamo dietro – e ci scontriamo – con illusioni, con fantasie e sogni irreali e irraggiungibili, ma perché abbiamo la capacità di guardare dentro le persone, di stare assieme e, assieme, crescere».

 

Ogni tappa si svilupperà nel week end. 

Il sabato – dopo una mattinata di musica e esibizioni pubbliche di cover band e ospiti con il maestro Peppe Vessicchio e i Solisti del Sesto Armonico – vedrà le piazze animate da giochi di strada e giochi antichi dedicati a tutti, adulti e bambini. La sera sarà aperta dalle note del Sesto Armonico diretto dal maestro Vessicchio, a cui seguirà un talk show, lo spettacolo musicale di una cover band e un apericena - street food a partire dalle ore 18 con degustazione di prodotti Sapori&Dintorni Conad.

 

La domenica mattina un corpo bandistico locale si esibirà per le vie del centro per arrivare nella piazza. Il maestro Vessicchio e i Solisti del Sesto Armonico faranno invece visita ad un centro anziani per offrire a tante persone che trascorrano gran parte del loro tempo da sole la possibilità di godere di un’ora di gioia, partecipazione e tanti sorrisi.

Al pomeriggio spazio allo sport e al divertimento, con il coinvolgimento di associazioni sportive locali, squadre e singoli atleti all’insegna del benessere e del divertimento. E’ previsto anche l’intrattenimento dei più piccoli da parte di truccabimbi e giocolieri, perché l’obiettivo del Grande Viaggio è aprire la partecipazione proprio a tutti – dai bambini agli anziani – con spazi e proposte dedicate ad ogni fascia di età. Tutti devono essere protagonisti della festa, comprese istituzioni, enti, associazioni locali, media, social e la cooperativa Conad che opera in loco. Nel segno della festa per la città e la comunità che in essa vive.

Mamme e bambini si ritroveranno a scuola di cucina e faranno merenda assieme in piazza.

La sera, lo sport e l’alimentazione saranno protagonisti di un talk show con la conduzione “semiseria” di Gene Gnocchi. Seguirà l’appuntamento In vino veritas, riflessioni a ruota libera di un manager Conad con un ospite nazionale. Il week end sarà chiuso da un apericena in piazza e dal concerto musicale di una band locale.

 

I temi dei talk show spazieranno dallo sport, benessere e welfare all’alimentazione, dalla cultura, arte e musica ai giovani, al lavoro, al futuro. Non più un singolo tema per ogni singola tappa, come nell’edizione 2015, bensì la possibilità di leggere e riflettere su più temi da angoli e posizioni anche differenti, approfonditi e discussi assieme a testimonial scelti di volta in volta.

Ogni tappa riserverà spazi di approfondimento ai social e all’informazione on line, prima, durante e dopo ogni evento del week end, in modo da raggiungere anche coloro che, per motivi personali, non hanno potuto partecipare.