Vai al sito Conad.it
Consigli per uno stile di vita BIO
Consumare frutta e verdura in sicurezza

VIVERE BIO
Consumare frutta e verdura in sicurezza


Ogni giorno bisognerebbe consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura: il fatto che siano fresche e biologiche, non fa che arricchire la nostra dieta di nutrienti e il nostro palato di sapore.

Gli ortaggi biologici, infatti, sono coltivati seguendo buone prassi che escludono l'uso di pesticidi, fertilizzanti o concimi chimici di sintesi, e salvaguardano la naturale fertilità  del suolo. Produrre frutta e ortaggi biologici è sicuramente una scelta ecologica, che mira al rispetto degli ecosistemi e alla promozione della biodiversità , mentre acquistarli significa portare in tavola prodotti privi di qualsiasi tipo di contaminazione da parte di prodotti chimici di sintesi. Ciò non toglie che, per mangiarli in sicurezza, dobbiamo rispettare alcune regole di base. Ecco quali sono.

Scegliere

Se state acquistando frutta e verdura da consumare a lungo termine, controllate che non presentino ammaccature o lesioni: queste parti si prestano a contaminazioni di microorganismi e marciscono velocemente, facendo deperire molto più in fretta anche i prodotti sani che si trovano nelle vicinanze.

Preparare

Lavate sempre accuratamente frutta e verdura sotto l'acqua corrente, specie se avete intenzione di consumarle crude, anche se le priverete della buccia e anche se sono biologiche: il fatto che durante la coltivazione non siano stati utilizzati prodotti chimici di sintesi non le rende immuni alla presenza di batteri, virus e parassiti che, se ingeriti, potrebbero causare intossicazioni.

Mentre cucinate, evitate di far entrare frutta e ortaggi in contatto con la carne cruda, specie se non avete intenzione di cuocerli. Sarebbe ideale avere a disposizione due taglieri: il primo riservato alla carne, il secondo alle altre preparazioni. Entrambi dovrebbero essere sempre mantenuti perfettamente puliti, che vengano lavati a mano o in lavapiatti (se fatti di plastica o altri materiali non porosi).

Conservare

Non tutto può essere posto in frigorifero: per ogni prodotto c'è un metodo di conservazione ottimale. Alcuni ortaggi o frutti, come l'avocado, devono infatti essere consumati in tempi brevi; altri possono essere congelati crudi (come i frutti di bosco o le banane, che possono essere congelate sbucciate e crude); altri ancora (per esempio le zucchine o i funghi), invece, è meglio congelarli previa cottura. Se avete dubbi chiedete al vostro rivenditore: sarà  felice di darvi consigli!

Qualsiasi metodo di conservazione scegliate, frutta e verdura necessitano di contenitori puliti e di ambienti privi di cattivi odori.

È proprio vero che una sola mela marcia può rovinarne un barile: controllate spesso frigorifero, dispensa e fruttiera per eliminare i prodotti non più adatti al consumo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.