Il miglior cibo per gatti: fasi di crescita e alimentazione

Autore BeneInsieme

Cosa mangiano i gatti sani e felici? La loro alimentazione deve cambiare, a seconda delle fasi di crescita, soprattutto nel primo anno di vita, ma anche nel corso della loro vita adulta. Cuccioli da svezzare, gatti giovani, gatti sterilizzati, adulti e anziani, ecco quali sono le più importanti fasi di crescita dei gatti e come cambia la loro alimentazione a seconda dell’età.

Fasi di crescita del gatto: allattamento

L’alimentazione del gatto si trasforma profondamente nell’arco del suo primo anno di vita. È questo, infatti, un periodo in cui il gatto cresce e cambia moltissimo. Durante l’allattamento, i gattini iniziano a mettere i primi denti da latte, ma continueranno a nutrirsi esclusivamente del latte della madre fino alla fine del primo mese. In questa fase è molto importante che il latte di cui si nutrono sia quello della madre, perché contiene il colostro (una sostanza fondamentale anche per i bambini!) che contribuisce allo sviluppo del sistema immunitario dei gatti cuccioli.

Svezzamento

Dopo il primo mese di vita, inizierà lo svezzamento e l’alimentazione dei gatti cuccioli cambierà per sempre. Si noterà che i gattini inizieranno a interessarsi più al cibo della madre che al suo latte: è arrivato il momento di introdurre del cibo solido nella loro dieta. Un poco alla volta, si potrà iniziare a servire ai gattini del cibo morbido: il miglior cibo per gatti cuccioli è rappresentato da croccantini reidratabili appositi, carne cotta senza ossi, pesce bollito senza spine, cibo in lattina. Piccole quantità di cibo e una pesa costante dovrebbero tenere sotto controllo la situazione, ma rivolgetevi al vostro veterinario per orientarvi e impostare al meglio la dieta dei nuovi arrivati.

Le prime 6 settimane

Dopo le sei settimane, il gattino è pronto per uno svezzamento completo e può iniziare a mangiare  il cibo del gatto giovane, leggermente diverso dall’alimentazione dei gatti adulti, perché più ricco di sostanze nutritive necessarie alla crescita e allo sviluppo del gatto. Il gatto giovane, inoltre, non cambierà i denti da latte in quelli definitivi fino al quinto/settimo mese d’età e bisogna tenere conto che questo aspetto e comporta un maggior bisogno di calcio e ferro.

Gatti sterilizzati e non

Una volta divenuti gatti adulti, l’alimentazione dovrebbe sempre alternarsi tra cibi secchi (croccantini) e cibi umidi (bustine e scatolette, ma anche carne e pesce bolliti), per contribuire rispettivamente alla salute dei denti e alla regolarità intestinale. Il miglior cibo per gatti è senz’altro una combinazione di cibi preparati a base di pesce o carne e riso – come le crocchette con salmone e riso Petfriends Plus -, bocconcini bilanciati o qualche pasto a base di carne tritata fresca anche cruda e pesce bollito (meglio spinato).

Quando vengono sterilizzati, sia i gatti maschi che le femmine tendono a ingrassare. È importante educarli a non mangiare troppo, soprattutto se sono liberi di girare da un giardino all’altro, e monitorare il loro peso servendogli cibi appositi per gatti sterilizzati, come il le crocchette Petfriends Plus Sterilized con pollo e riso.

Gatti anziani

Più sono anziani, più è possibile che i nostri gatti abbiano perso qualche dentino, soprattutto se sono stati liberi di girare per i cortili facendo incontri, non sempre pacifici. Andando avanti con l’età si renderà quindi necessario prediligere cibo morbido e facile da digerire. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: