Assisi, città francescana della pace

Autore Bene Insieme

Assisi è sinonimo di città della pace e della conciliazione, in virtù dell’amatissima figura di San Francesco, e all’annuale Marcia della Pace che ha superato le cinquanta edizioni. Meta di pellegrini da tutto il mondo, oltre ad essere il cuore della spiritualità dell’Umbria (e non solo) è anche un favoloso scrigno d’artedove poter ammirare lavori di Cimabue, Giotto e Simone Martini. Cominciate dalla magnifica Basilica di San Francesco, costruita nel XIII secolo e composta da due parti talmente diverse da essere complementari, la Chiesa Inferiore e la Chiesa Superiore.
Varcate le splendide porte di quercia scolpite da Niccolò da Gubbio ed entrate nella Chiesa Inferiore; in fondo alla navata ecco l'altare maggiore, in corrispondenza della tomba di San Francesco, sopra il quale troneggiano quattro grandi affreschi di Giotto.

Fermatevi ora a guardare la Chiesa Superiore, con la sua famosa facciata gotica lineare e raffinata su cui troneggia un bellissimo rosone. Varcata la soglia sarete stregati dalla luce che filtra attraverso le vetrate.La parte superiore è ricoperta di affreschi che narrano del Vecchio e Nuovo testamento, la cui attribuzione è ancora incerta. Le pareti inferiori sono invece certamente opera di Giottoe della sua scuola che qui han dato vita al ciclo pittorico più importante dell’iconografia francescana.

Osservate con attenzione i 28 affreschi di Giotto: fra essi ce n`è uno in cui si vede San Francesco che appare ai suoi compagni su un carro di fuoco, una visione che i frati ebbero un giorno mentre Francesco era intento a pregare.Proseguendo per via San Francesco raggiungerete la medievale piazza del Comune attorno a cui spicca il Tempio di Minerva, risalente al I secolo a.C., un vero gioiello d'arte antica.Guardatevi intorno, siete nel centro medievale della città. Raggiungete la Chiesa Nuova, edificata sulla casa natale di S. Francesco. Costeggiandola si arriva all’Oratorio di S. Francesco Piccolino, nel quale, secondo la leggenda, nacque il Santo. Poco distante da lì c’è piazza S. Chiara, dominata dall'omonima Basilica. All'interno di essa, si possono visitare le reliquie della Santa e il bellissimo crocifisso ligneo che, sempre secondo la leggenda, parlò a S. Francesco.Usciti dalla Basilica, muovetevi in direzione di piazza San Rufino dove si staglia il Duomo di Assisi.

Contenuti correlati

Altri contenuti: