Attività fisica: come ritornare in forma dopo le vacanze

attività-fisica-consigli

Autore BeneInsieme

Settembre è il mese del rientro, della ripresa del lavoro, del ritorno alle vecchie routine e quindi anche del ritorno in palestra. Dopo le vacanze, lunghe o breve che siano, tra le cose più difficili da affrontare nel ritorno alla quotidianità è sicuramente la ripresa dell’attività fisica. 

È però molto importante rimettere in moto il corpo e riabituare i muscoli a lavorare in maniera graduale. Oltre a permetterci di tornare in forma, l’attività sportiva post-vacanze può essere infatti un prezioso alleato per attutire lo stress da rientro.

Vediamo allora qualche consiglio per riprendere gli allenamenti al meglio.
 

1. Ricominciare ad allenarsi gradualmente.

Quando si riprende l’attività fisica dopo un lungo periodo di pausa l’errore che si tende a fare è quello di voler esagerare per recuperare il tempo perso, sovraccaricando il corpo. Al contrario, ciò che bisogna fare è abituare i muscoli al lavoro nel modo più graduale possibile, concedendo al corpo un adeguato riposo tra un allenamento e l’altro. Durante il periodo di inattività o attività ridotta la muscolatura avrà perso un po' di tono per cui è giusto proseguire per gradi in modo da non stressare eccessivamente i muscoli ottenendo l’effetto opposto a quello desiderato.

2. Cambiare allenamento.

Provate un tipo di allenamento differente, invece di riprendere con gli stessi esercizi che facevate prima delle vacanze. Sarete più stimolati ad affrontare l’attività fisica. Perché non provare un corso di pilates, yoga o di GAG? Oppure iniziare un corso di running, di crossfit o di kickboxing?

3. Fare attenzione all’alimentazione.

Dopo la pausa estiva, in cui ci siamo giustamente concessi piaceri e sgarri, è importante tornare a fare attenzione a ciò che si mangia, privilegiando frutta, verdura e legumi, seguiti da cereali e pesce e riducendo la quantità di carne rossa e dolci. Grazie ad una corretta alimentazione anche l’allenamento sarà sempre più facile e soddisfacente. 

4. Idratarsi molto.

E’ molto importante, soprattutto in questa fase, non trascurare l’idratazione. Il consiglio è di assumere almeno 2/3 litri di acqua al giorno.

5. Cambiare la routine delle giornate anche in altri ambiti. 

Non ricominciate a fare le stesse attività nello stesso modo. Cercate di creare dinamicità nella giornata e dare vita a nuove piccole routine, ad esempio cambiando la strada per andare a lavoro, mettere la sveglia ad un orario diverso, trovare un nuovo passatempo. Questo sarà da stimolo per il cervello e vi aiuterà ad avere un atteggiamento positivo e pro-attivo.

Contenuti correlati

Altri contenuti: