Cagliari: dalla cattedrale al Palazzo Regio

Autore Bene Insieme

A Cagliari Piazza Palazzo è diventata da poco pedonale ed è un luogo che regala meraviglie. Da una parte la Cattedrale di Santa Maria, sede vescovile, vero e proprio connubio di diversi stili artistici, che custodisce sette secoli di memorie storiche della città. Accanto troviamo il Palazzo Regio, antica residenza del rappresentante del re durante le dominazioni aragonese, spagnola e sabauda, attualmente sede della Prefettura e della Provincia di Cagliari.

Partite dalla Cattedrale, dedicata alla Vergine Assunta e a Santa Cecilia e fatevi conquistare dalla sua maestosa bellezza: costruita nel corso del 1200 presenta una facciata in stile gotico-pisano che merita, interni colorati ricchi di marmi e affreschi ed un strepitosa Cripta dei Martiriche non potràproprio lasciare indifferenti. Questa venne fatta costruire nel 1618 dall’arcivescovo Desquivel per onorare le spoglie dei martiri sardi: il sacrario scavato nella roccia viva si compone di tre cappelle con volta a botte rivestite di marmi intarsiatie impreziosite con decorazioni di stucco.

Dell’originale Cattedrale duecentesca sono rimasti il portale del transetto destro, i rosoni, l’architrave del portone centrale, la pianta a tre navate, e il campanile a canna quadrata.Tra i tesori del Duomo meritanoattenzione anche i pulpiti risalenti alla metà del XII secolo, il bel polittico cinquecentesco dell’Annunziata, la scultura lignea della Madonna con Bambino di scuola veneta e i quattro leoni stilofori ai piedi della gradinata del presbiterio.

Entrate poi nel Palazzo Regio: lasciatevi ammaliare dalla bellezza della scala d’onore, ornata alla base da due eleganti leoni. Giunti al primo piano, detto anche piano nobile, potrete ammirare la Sala degli Alabardieri, oggi nota come Sala dei Ritratti poiché ospita una vasta collezione di ritratti dei Vice Re, perfettamente conservati. Non tralasciate la Sala Consiliare, completamente affrescata, dove sono apprezzabili differenti ritratti di personaggi illustri come Giovanni Cima ed Eleonora D’Arborea.

Questa come le altre stupende stanze che ospitarono la corte sabauda vi conducono in un’altra epoca. Palazzo Regio è un luogo assolutamente imperdibile perché visitandolo si conosce molto della storia e dell’identità di Cagliari e dell’intera Sardegna. Palazzo Regio è aperto ogni giorno: in inverno dalle 10 alle 18, in estate dalle 10 alle 20. L’ingresso è libero.

Contenuti correlati

Altri contenuti: