Caserta vecchia e i sapori doc

Autore Bene Insieme

Immergervi nella città vecchia che è sopraelevata su una collina. Tutto intorno il panorama vi sembrerà la scenografia di una pièce sull’Orlando Furioso o di un film su Re Artù: Caserta vecchia è un delizioso borgo medioevale di origine longobarda assolutamente da non perdere: andando a zonzo lungo le pittoresche stradine potrete vedere le pietre vive originali del XII secolo.

Il Duomo del luogo, noto anche come chiesa di San Michele Arcangelo, si trova sulla cima di un colle a 400 metri sulle pendici dei Monti Tifatini. Visitatelo e state pronti a incamerare a pieni occhi la meraviglia del passato. San Michele Arcangelo è una stupenda testimonianza del romanico e degli influssi provenienti dalle altre culture. L'edificio costruito col caratteristico tufo grigio campano, facilmente lavorabile, si fa ammirare per la sua semplicità e la rigorosa bellezza. Altro luogo di grande raccoglimento e di bellezza semplice è il complesso conventuale di sant’Agostino, uno dei grandi padri della Chiesa con il suo chiostro quattrocentesco.

Caserta vecchia è ricco di ristoranti che offrono menù turistico a prezzi davvero vantaggiosi, caratterizzati da una cucina che vuole riscoprire i piatti della tradizione locale in maniera elegante e raffinata. Potete sbizzarrirvi con gli assaggi ma come piatto unico dovreste provare la parmigiana, ovvero melanzane cotte, formaggio grattugiato e tanto sugo, per esaltare il sapore di una regina locale: la gustosissima mozzarella di bufala di Caserta, ricavato esclusivamente da latte intero di bufala. Più grassa e meno acquosa rispetto a quella vaccina, la mozzarella di bufala, è perfetta da farsi in carrozza (aderisce meglio al pane raffermo per la frittura).

Una curiosità: il termine “mozzarella” deriva dall’espressione “mozzare”, ovvero tagliare, dato che in fase di lavorazione, la pasta filata viene divisa per essere ulteriormente lavorata. E ancora fasci di cardoni in brodo di carne o pollo, conditi con tuorlo d’uovo, parmigiano e pepe, i friarelli ovvero piccoli broccoli fatti saltare in padella con aglio e peperoncino.

Contenuti correlati

Altri contenuti: