Una corretta igiene intima, anche durante la menopausa

Autore Bene Insieme

L’apparato genitale femminile è un organo delicato, aperto ai contatti interno-esterno, e quindi più esposto a possibili attacchi batterici. Tuttavia è provvisto di un sistema di difesa contro le infezioni: l’integrità delle superfici esterne (pelle e mucose) e un delicato ecosistema di batteri capace di mantenere un micro ambiente vaginale leggermente acido, rappresentano una efficace barriera contro l’aggressione dei germi patogeni dall’esterno. Questo equilibrio dipende in gran parte dai ritmi ormonali che, durante la menopausa, si modificano. Il pH fisiologico, ad esempio,  cambia e, da valori che durante la fertilità sono più acidi, con l'avanzare dell'età si alza e diventa più neutro. È importante dunque tenere in considerazione questo aspetto.

Detergente e pH: quale scegliere?

Quando il pH vaginale si altera, anche la flora lattobacillare vaginale subisce delle modificazioni che possono favorire l’insorgere delle infezioni. Il ripristino della flora fisiologica e del corretto pH rappresenta la soluzione per queste condizioni. La scelta dei prodotti di igiene intima deve quindi tener conto del pH e dello stato del tessuto vaginale anche in relazione all’età: nelle bambine come nelle donne in menopausa e senilità un pH intorno alla neutralità è da preferire (pH intorno al 6); come anticipato, negli altri periodi si preferisce un pH più acido, intorno ai 3,5. Evitare di utilizzare comunque detergenti con tensioattivi aggressivi che possono a lungo andare creare fenomeni di sensibilizzazione e allergie.

Le buone abitudini dell'igiene intima

Oltre a seguire una corretta igiene intima, per evitare infezioni o infiammazioni è bene:

• usare biancheria intima di cotone o indumenti intimi confezionati con pura fibroina di seta microbiologicamente protetta, anallergici ed antinfiammatori;

• cambiare spesso gli assorbenti è preferibile oltre ad alternare l’uso di quelli interni ed esterni;

• cambiare la biancheria dopo aver fatto attività fisica oppure se si è al mare o in piscina non restare troppo tempo con il costume bagnato;  

• non portare pantaloni troppo aderenti che aumentano la temperatura locale e la congestione dei vasi.

 

 

Contenuti correlati

Altri contenuti: