Cortona, perla della Val di Chiana

Autore Bene Insieme

La provincia aretina è abbracciata dalla stupenda Val di Chiana e ricca di perle nascoste. All’interno di essa non potete perdervi la magnifica Cortona, gioiello dal valore inestimabile a meno di 30 km da Arezzo.

Cortona merita un capitolo a parte perché è una delle cittadine medievali meglio conservate dell’Italia centrale da cui è possibile ammirare la Valle in tutta la sua entusiasmante bellezza. Anch’essa di origini etrusche, come dimostrano i vari resti archeologici visitabili (Museo Etrusco MAEC), ha un centro storico a dir poco incantevole. Non fatevi scoraggiare: i saliscendi a volte vi faranno sentire un po’ di fatica, ma solo camminando si può cogliere pienamente l’atmosfera di un posto come questo.

Passeggiate per le pittoresche vie, sedetevi sotto un pezzo di storia gustando un buon vino; andate a mangiare una bruschetta, una schiacciatina o una zuppa nelle piccole ma ordinate trattorie a conduzione familiare. Nella centralissima Piazza della Repubblica sul lato est c’è il Palazzo Comunale: ammirate la sua caratteristica Torre con l’orologio, simbolo di Cortona. Il palazzo più alto della piazza è quello del Capitano del Popolo, mentre spostandovi nella comunicante Piazza Signorelli, ecco Palazzo Casali dove trovate il sopracitato Museo Etrusco MAEC. Nella parte meridionale di Cortona si trova Piazza Garibaldi che merita una visita soprattutto per l’obelisco dedicato al cosiddetto “Eroe dei due mondi”. State pronti a scattare qualche foto: il panorama è davvero generoso, tanto da farvi scorgere, in caso di giornata limpida, la splendida vetta del Monte Amiata.

A Cortona c’è un luogo mistico molto importante per i cattolici e per i devoti di San Francesco: il Convento de “Le Celle”, uno dei primi insediamenti francescani scelto e voluto dallo stesso Santo di Assisi mentre si trovava a predicare presso Cortona nel 1211. Il convento è sempre aperto dalle ore 7 alle 19.

Un altro luogo curioso è Villa Bramasole: la sua storia merita di essere raccontata. Frances Mayes, una scrittrice statunitense, compra e ristruttura un casale nella campagna toscana, presso Cortona, e lì inizia a trascorrere le estati. Il paesaggio incantevole e il clima mite sono ottime ancelle della sua ispirazione, sicché pagina dopo pagina, nasce un libro di memorie delle sue estati toscane. Questo libro, intitolato “Under the tuscan sun” (Sotto il sole della Toscana), racconta i profumi, i sapori e il ritmo della vita nella campagna aretina ed appassiona prima i lettori americani, poi, quelli di tutto il mondo, scalando le classifiche e diventando un best seller ed in seguito pure un film.

Contenuti correlati

Altri contenuti: