Dormire insieme, il co-sleeping: pro e contro

Autore BeneInsieme

Dove ti metto a nanna? Nella tua cameretta, nella culla accanto al lettone, nella culla attaccata al lettone oppure nel lettone insieme a me? Dove far dormire il neonato è una delle domande senza risposta che tutti ci poniamo. Senza risposta solo perché si tratta di una questione personale, anche se ci sono pro e contro per ogni soluzione. Analizziamo le situazioni diverse cercando di capire quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi di dormire insieme al proprio figlio neonato nei primi due delicatissimi mesi di vita.  

Dormire insieme ai propri figli

Si chiama co-sleeping e può essere vantaggioso per il benessere del neonato, perché pare che aiuti il bimbo a mantenere stabile la temperatura corporea e a respirare meglio e più regolarmente. Inoltre, alcuni studiosi ritengono che il neonato che trascorra molto tempo insieme alla madre cresca sicuro di sé e indipendente, al contrario di quello che accade ai bimbi di una certa età quando passano troppo tempo a casa con i genitori.

In generale, il co-sleeping è oggettivamente una scelta logisticamente comoda per una mamma che si trova ad allattare il figlio ogni tre ore. Inoltre, il neonato tende a dormire più a lungo perché si sente protetto dai genitori. Per lo stesso motivo, si addormenta più facilmente.

Fin qui tutto bene; ma quali possono essere i contro del co-sleeping? Innanzitutto, molti studiosi ritengono che dormire con il neonato nel lettone possa essere pericoloso per il piccolo, che potrebbe ritrovarsi schiacciato dal corpo di uno dei due genitori o potrebbe scivolare e cadere, anche se, oggettivamente, è improbabile che ciò accada. Inoltre, tanti genitori temono di dare al bimbo un'abitudine che sarà dura a morire e, di conseguenza, di viziarlo senza possibilità di far marcia indietro.

Quali sono le altre opzioni?

Il neonatino può essere messo a dormire nella culla accanto al lettone o, addirittura, in una culla attaccata al letto tramite un supporto che ti permette, magari, di far addormentare il neonato con voi e poi metterlo a nanna nella culla, se si ha paura di schiacciarlo durante il sonno.

Contenuti correlati

Altri contenuti: