Due passi in centro a Perugia

Autore Bene Insieme

Arrivate in Piazza Italia e cominciate dalla splendida Rocca Paolina: cantato anche in una celebre poesia di Carducci, l’antico maniero fortificato, voluto dal Papa Paolo III (da cui prende il nome). L'intento del pontefice era quello di rendere la città sicura e di creare così, un rifugio efficiente come lo era stato Castel Sant'Angelo.Nella quotidianità collega la zona bassa della città (Piazza Partigiani, terminal dei bus e parcheggio auto) con l'acropoli.Potrete salire attraverso una scala mobile che vi farà risparmiare parecchia fatica e vi ritroverete improvvisamente nel bel mezzo delMedioevo.

Potete aggirarvi per cunicoli e stanze ma non dimenticate di alzare gli occhi ogni tanto perché il soffitto della Rocca è davvero eccezionale.La parte più suggestiva della fortezza è di certo nelle sue basi: una rete intricata ed estesa di gallerie e sale ben conservate ed in parte restaurate, danno vita ad un vero e proprio villaggio sotterraneo. In Piazza della Repubblica, trovate il Teatro del Pavone che con i suoi quasi trecentoanni è il più antico della città.

Pochi metri dopo eccovi in Piazza IV Novembre, pronti per farvi incantaredalla Fontana Maggiore, costruitasul finire del XIII secolo su disegno diNicola e Giovanni Pisano. Nella vascasuperiore, le statue che si elevanodalle colonnine, raffigurano personaggilegati alla fondazione miticadella città; la vasca inferiore, invece, è decorata con cinquanta formelleche raffigurano il calendario dei lavoriagricoli, alcuni episodi biblici e mitologicie il Grifo, emblema della città.

Sempre su questa piazza si affaccia laCattedrale di San Lorenzo, dedicataa uno dei Santi patroni della città. Lasua peculiarità è data dall’incompletezzadi alcune sue parti: la fiancatalaterale e la facciata principale. L’internodella cattedrale saprà rapirvi con le treimponenti navate, divise da possentipilastri e con la splendida luce dellavetrata policroma risalente al Cinquecento.Per chi vuole, nel chiostro si puòvisitare il Museo Capitolare, sede diimportanti opere d’arte come la Paladi S. Onofriodel Signorelli.Orari della cattedrale: dal lunedì alsabato 7.30-12.30/15.00-19.00, nei giorni festivi 8.00-12.45/16.00-19.00.

Dopo esservi rifocillati in una dellenumerose trattorie presenti sul posto, vi aspetta, sempre lungo Corso Vannucci, la Galleria Nazionale dell’Umbria, che si trova agli ultimi piani delPalazzo dei Priori. Tappa imperdibile, specie per gli amanti dell’arte, laGalleria ospita uno dei patrimoni artisticipiù completi e ricchi di tutta laregione.A differenza degli altri grandi museiitaliani e stranieri, qui i capolavorisono raccolti in uno spazio piccolo, quindi si susseguono senza soluzionedi continuità. Potrete abbracciare inun solo sguardo opere del Quattrocento e capolavori del Rinascimento di artisti comePiero della Francesca, Beato Angelico, Pinturicchio e Perugino. Orari: dal martedì alla domenica 8.30 - 9.30. I biglietti costano dai 4 ai 7€.

Contenuti correlati

Altri contenuti: