Estate gourmet in Val d’Aosta

estate valle d'aosta

Autore BeneInsieme

Per una vacanza alternativa in Valle d’Aosta all’insegna della cucina gourmet e non solo, ecco un itinerario per i castelli e le prelibatezze della Val d’Aosta.

Le Dop della Val’Aosta

Ricca soprattutto di formaggi e salumi, la lista delle DOP della Valle d’Aosta comprende la Fontina Valdostanza, il Fromadzo, il Jambon de Bosses (il prosciutto di montagna) e iI lardo d’anard (il lardo dei suini valdostani).

Ma ci sono anche prodotti tipici locali da provare assolutamente, come a Motsetta o il Boudin e il Teteun, un salume antichissimo che si produce dal tempo dei romani.

Tutte queste specialità possono essere gustate nei ristoranti e dai produttori locali che si trovano vicino a questi meravigliosi castelli.

Castello Introd

Il Castello Introd si trova a pochi Km da Aosta ed è aperto ai visitatori soltanto d’estate, un motivo in più per andare a vederlo.

A Introd, si può visitare Tascapan, un posto dove si possono scoprire tutte assieme le tipicità della Valle d’Aosta, un progetto che promuove la filiera corta e mette insieme il lavoro dei piccoli produttori locali che non si trovano nella grande produzione locale. Il negozio si trova presso Maison Bruil, al museo etnografico di Introd.

Sempre vicino ad Aosta, dalle parti del comune di Gressan, si possono conoscere e gustare le buonissime mele valdostane: la renetta e la delicious vengono prodotte anche qui.

Castello di Sarre

Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, si può visitare il Castello di Sarre, antica residenza di villeggiatura dei Savoia. In questa zona si potranno gustare i prodotti gastronomici a marchio Gran Paradiso. Il Parco, infatti, ha da qualche anno avviato un progetto di prodotto gastronomici a marchio.

Castello di Avise

1492, mentre Colombo scopriva l’America, veniva terminato il Castello dei Signori di Avise, che oggi ospita l’enoteca dei Signori di Avise, ricca di vini tipici valdostani che si possono gustare insieme taglieri di formaggi e salumi locali.

Tra i vini rossi valdostani, non sono da perdere il Mayolet, il Fumin e l’Enfer d’Arvier Petit rouge. Tra i bianchi, provate il Petite Arvine, il Nus Malvoisie Pinot gris dolce e il Blanc de Morgex et de La Salle Prié blanc.

Contenuti correlati

Altri contenuti: