Google arts & culture: l'Italia a casa tua

google-arte-e-cultura

Autore BeneInsieme

C'è un nuovo modo di fruire delle meravigliose opere d'arte del nostro Paese, così comodo che non dovete nemmeno spostarvi dal divano: si chiama Google Arte e Cultura e promette di portarci in giro per l'Italia a scoprire luoghi incantati e arte preziosa senza muoverci da casa. Google Arts & Culture è una piattaforma online fruibile gratuitamente che contiene gran parte del patrimonio artistico mondiale da consulare comodamente da casa, con il pc. Una rivoluzione anche nel campo educativo che permette agli studenti di avvicinarsi a quadri e opere e conoscerli nei dettagli. Google arte e cultura raccoglie infatti immagini ad altissima definizione, scattate con la stessa tecnologia di Street View, risoluzioni che permettono di zoommare nei minimi particolari, di fruire dei monumenti con la visuale a 360°, di vedere opere artistiche con la realtà aumentata grazie a un'app gratuita. Un'esperienza davvero unica. 

Il Google Cultural Institute ha messo i tesori del mondo a disposizione di ognuno di noi, permettendoci di viaggiare tra meravigliosi capolavori, senza dover prendere treni o aerei. Possiamo scegliere di osservare le opere d’arte nei loro dettagli, di fare un tour virtuale tra le sale degli Uffizi di Firenze e persino di costruire una nostra galleria personale da condividere con gli amici. La bacheca personale infatti funziona più o meno come pinterest: quindi permette di salvare le opere che più ci piacciono creando delle board tematiche che possiamo decidere di condividere, o che gli studenti possono salvare per progetti scolastici o ricerche. 

I musei di Napoli si visitano con un click

La città di Napoli con tutte le sue bellezze è stata tra le prime a partecipare massivamente alla condivisione delle opere sulla piattaforma. Tra i musei di Napoli che hanno portato le loro collezioni online su Google Arts & Culture ci sono il Madre, il Mann, il Museo di Capodimonte, le Catacombe di Napoli, il Pio monte della Misericordia, il Cartastorie (Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli) e la Fondazione Napoli Novantanove. Si può passeggiare tra le sale monumentali e colorate del maestoso palazzo ottocentesco Donnaregina che ospita il Madre, situato nel cuore storico di Napoli. È possibile ammirare ben 536 opere d’arte del Museo e Real Bosco di Capodimonte. Addentratevi virtualmente nel museo per visitare il primo piano, l’anticamera, il Salone Camuccini, e un tour nel viale esterno. 24 ore su 24 potrete ammirare gli affreschi di una delle maggiori pinacoteche al mondo, come ad esempio la “Flagellazione di Cristo” di Caravaggio, “La Madonna del divino amore” di Raffaello e la “Danae” di Tiziano.

I sotterranei di Napoli e Pompei

Ma non è finita qui. Di Napoli si possono visitare anche i sotterranei, i luoghi segreti misteriosi e pieni di fascino, come se fossero delle vere e proprie visite guidate. Esplorate i passaggi sotterranei tra le Catacombe di San Gennaro e le Catacombe di San Gaudioso, scoprite l’itinerario lungo un miglio dalla tomba del Santo Patrono di Napoli e della Campania al suo Tesoro, ed esplorate la Basilica di Sant’Agrippino come non l'avete mai vista prima, senza fretta, senza folla e godendovi ogni dettaglio. Anche il Museo Archeologico di Napoli ha aperto le porte delle sue meraviglie a Google, e grazie a questa partnership possiamo scoprire i reperti di civiltà antiche, passeggiando tra busti di imperatori, ammirare i ritratti dell’antica Pompei insieme al plastico che ricostruisce di questa antica città sepolta dalla famosa eruzione. Grazie alla sezione storie è possibile approfondire le tecniche di pittura, studiare i segreti delle sculture in marmo colorato e dei 2000 esemplari di gemme qui custodite. Tutto a portata di un click.

Contenuti correlati

Altri contenuti: