I laghi carsici e le osmice

Autore Bene Insieme

In Friuli Venezia Giulia sono presenti due laghi carsici: il Lago di Doberdò e il Lago di Pietrarossa, entrambi appartenenti all'omonima riserva naturale collocata in provincia di Gorizia. L'area si trova al limite occidentale dell’altopiano carsico ed è caratterizzata da due grandi depressioni parzialmente riempite dai laghi e separate da una dorsale calcarea. Il lago di Doberdò è uno dei pochi esempi in Europa di lago-stagno carsico. Il livello delle sue acque cambia di continuo e dipende dalla portata dei fiumi Vipacco ed Isonzo. Lungo le sponde del lago si trova una sottile striscia di bosco ripario, formato da pioppo nero e da altre specie di alto fusto che rappresentano un rifugio ottimale per i picchi, come il raro picchio rosso minore. Tanti, poi, sono i mammiferi che vivono qui: dalle specie molto comuni, come il capriolo, ad altre rare e difficilmente osservabili.Le sorgenti del lago si trovano nel settore occidentale del lago. Presso il settore orientale, invece, sono localizzati gli inghiottitoi. Durante i periodi di magra, il livello del Vipacco e dell'Isonzo cala a tal punto che la superficie lacustre si riduce a pozze circolari di pochi metri. A colpirviè soprattutto l’insolito ambiente naturale giacché l'ecosistema lacustre contrasta con la circostante aridità, propria dell'ambiente carsico. Senza affluenti prende acqua attraverso le risorgive e i fiumi sotterranei. Una delle tradizioni più sentite e amate da queste parti sono le osmice, locali o cantine dove si produce, si vende e si consuma il vino. Nelle osmice cinquanta e più anni fa si usava incontrarsi, chiacchierare, giocare a carte e degustare cibo e vino: il quartino con uova sode e pane casereccio, prosciutto, pancetta e salame di casa salsicce cotte con crauti, iota e struccoli. Di derivazione settecentesca, la loro particolarità era ed è rimasta quella di essereindicata da una frasca esposta sull'uscio del locale e lungo la strada.

Contenuti correlati

Altri contenuti: