Alla scoperta dei grandi laghi italiani

Autore BeneInsieme

I laghi italiani sono un incredibile patrimonio naturale, storico, culturale e gastronomico unico: ciascuno di essi, infatti, conserva caratteristiche proprie che lo rendono diverso da tutti gli altri, preservandone l’attrattività e alimentando economia e vita sociale lungo le proprie sponde.

Molto amati dai turisti italiani così come da quelli stranieri, i laghi italiani sono concentrati soprattutto nelle regioni del Nord: la Lombardia, in particolare, vanta un patrimonio lacustre enorme, al quale partecipano anche le regioni confinanti come il Piemonte, con il quale condivide il lago Maggiore, e poi il Veneto e Trentino Alto Adige per quanto riguarda il lago di Garda.

Conosciamo meglio i grandi laghi italiani.

Il lago Maggiore

Con una sponda lombarda, una piemontese e la punta che termina in Svizzera, il Lago Maggiore è una fucina di tradizioni, storia e culture. Dalla rocca di Angera ad Arona, dove si erge il colosso di San Carlo Borromeo, fino a Stresa e ancora Verbania e Cannobbio, sono tantissime le località turistiche che meritano una visita.

Tra quelle imperdibili ci sono le Isole Borromee, sul lato piemontese del lago: la più grande delle cinque è l’Isola Madre, caratterizzata da un giardino di piante rare e fiori esotici in cui vivono in libertà pavoni, pappagalli e fagiani. L’Isola Bella, invece è interamente occupata dal giardino all’italiana di Palazzo Borromeo che occupa la costa nord-occidentale dell'isola. L' Isola dei Pescatori, conosciuta anche come Isola Superiore, è l'unica stabilmente abitata, con caratteristiche viuzze tortuose e case con lunghi balconi per essiccare il pesce.

Poco distante c’è il lago d’Orta considerato uno dei luoghi più pittoreschi del mondo in mezzo al quale sorge l’Isola di San Giulio.

Il lago di Garda

Il lago di Garda è il più grande lago italiano, unico per la sua atmosfera che ricorda quasi il mare: sulle sponde c’è infatti un microclima speciale, che permette agli ulivi di crescere e svilupparsi fino a fornire il prestigioso olio extravergine Garda Dop. Ma non solo: qui trovano terreno utile anche gli agrumeti, tanto che sulle sponde del Garda si trovano da sempre moltissime limonaie.

Numerosi sono i borghi da visitare: dalla celebre Sirmione, con il suo castello scaligero del 1250, uno dei meglio conservati in Italia, e le Grotte di Catullo di epoca romana, a Salò, piccolo gioiello sulla sponda lombarda non lontano da Gardone Riviera, dove si trova il Vittoriale degli Italiani, voluto dal poeta Gabriele D’Annunzio. Come per tutti i laghi, anche sul Garda si possono fare gite in battello per raggiungere le principali località turistiche, evitando così il traffico: Limone sul Garda in Lombardia, Riva del Garda in Trentino, Malcesine sulla sponda veneta. E poi ovviamente Desenzano del Garda e tutti i suoi parchi del divertimento.

Il lago di Como

Reso immortale da Alessandro Manzoni, che sulle sue sponde ambientò “I Promessi Sposi”, il lago di Como offre numerosi scorci incantevoli, piccole spiaggette, ville storiche oggi visitabili e piccoli borghi arroccati da scoprire. Non è un caso che George Clooney abbia preso casa proprio qui!

Le sue perle più famose sono Bellagio, sulla punta del promontorio che divide i due rami, e Cernobbio, ai piedi del Monte Bisbino. Una delle gite più belle sul lago di Como è senz’altro prendere il battello per spostarsi da un comune all’altro: a Bellagio ci sono diverse corse al giorno e vale la pena spingersi fin qui per gironzolare tra i viottoli, guardare il panorama, i vicoli del borgo antico e visitare Villa Serbelloni con i suoi magnifici giardini.

Di splendide ville il lago di Como è pieno: a Cernobbio c’è Villa Erba, che fu del regista Luchino Visconti, e la magnifica Villa Carlotta a Tremezzina, con i suoi giardini botanici unici. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: