Il Pollo

Autore Bene Insieme

Digeribile e poco calorica, la carne di pollo si presta a varie preparazioni in cucina, leggere e appetitose

La carne di pollo, come tutte le carni bianche, è ricca di proteine nobili (indispensabili all’organismo, per esempio, per rinnovare i tessuti e per la formazione degli ormoni, degli enzimi e degli anticorpi) e di amminoacidi ramificati (utili nel metabolismo dei muscoli). Oltre a contenere anche una buona dose di ferro, la carne di pollo ha un elevato contenuto proteico fondamentale per tutto il metabolismo corporeo, dalla formazione degli enzimi al turn-over proteico. Come tutte le carni bianche, risulta più masticabile e digeribile grazie alla minor presenza di tessuto connettivo e fibre muscolari più corte.

La carne bianca in cucina

Perché le carni bianche rimangano ben digeribili è importante cucinarle semplicemente, senza sughi o condimenti vari.
Il petto di pollo intero con pochissimi scarti si presta a tutte le cotture. In padella, ad esempio, si rosola su entrambi i lati per 2-3 minuti e poi si cuoce per una ventina di minuti circa. Il petto è ideale anche tagliato a bocconcini da preparare invitanti spezzatini insieme alle verdure.
Le sovracosce e i fusi possono cuocere in padella per almeno mezz’ora oppure in forno a 220°C per circa un’ora rigirandoli a metà cottura.
Le alette sono squisite fritte passate nella farina e poi cotte in abbondante olio caldo per fritture.

Contenuti correlati

Altri contenuti: