Le vitamine del gruppo B

le vitamine del gruppo B

Autore Dott.ssa Alessia Aldini, Farmacista

Le vitamine sono sostanze che il nostro organismo non è in grado di produrre, ma la cui presenza è fondamentale, in quanto partecipano a reazioni necessarie al mantenimento in salute dell'uomo. Il loro fabbisogno è spesso molto basso e può essere soddisfatto da un'alimentazione completa ed equilibrata. Possono esservi casi di carenza o aumentato fabbisogno ai quali si può compensare tramite l'assunzione di un integratore alimentare.

Nella linea Parafarmacia Conad Vitamine del gruppo B è l'integratore formulato per dare sostegno all'organismo in casi di affaticamento. Contiene tutte le vitamine del gruppo B, acido folico e niacina (vitamina PP) che contribuiscono al normale metabolismo energetico. Utile in tutti i casi di stanchezza psico-fisica, convalescenza, cambi di stagione, influenza o regimi dietetici. 

LE VITAMINE DEL GRUPPO B

A far parte del Gruppo B è un ampio numero di vitamine, con diverse fonti e funzioni. La loro carenza può causare diversi squilibri dai quali emerge l'importanza della loro assunzione giornaliera.
Diversamente dalle vitamine A, D, E, K, che sono liposolubili e quindi possono essere accumulate nel nostro corpo fungendo da riserva a cui attingere in caso di un'eventuale carenza, le vitamine del gruppo B fanno parte, insieme alla C e alla vitamina H, del gruppo delle idrosolubili, ovvero non possono essere accumulate e vanno quindi assunte quotidianamente.   

·         Vitamina B1 o Tiamina: presente nella carne, in particolar modo nel fegato, nei molluschi, cereali integrali, lievito di birra. Partecipa al buon funzionamento del sistema nervoso e dell'apparato digerente. Una carenza può causare debolezza, crampi muscolari, confusione mentale.

·         Vitamina B2 o Riboflavina: presente in carne, fegato, latte, uova, cereali integrali e verdure a foglia verde. Serve al buon mantenimento delle mucose e alla produzione di energia. La sua carenza quindi può causare malattie della pelle e dell'accrescimento.

·         Vitamina B5 o Acido Pantotenico: presente in carni, fegato, pesce, uova, cereali integrali, verdura a foglia verde, lievito e noci. Partecipa alla formazione di ormoni e al metabolismo di carboidrati, proteine e grassi.  Una mancanza di vitamina B5 può essere correlata a disturbi neuromotori e gastrointestinali.

·         Vitamina B6 o Piridossina: si trova nelle carni di fegato, pesce, cereali integrali, spinaci, piselli, banane, lievito. Anch’essa è fondamentale nella produzione dell'energia in particolar modo da proteine e grassi. La sua carenza può dare vertigini e anemia.

·         Vitamina B12 o Cianocobalamina: le migliori fonti alimentari sono le carni, interiora (fegato, reni), uova, pesci, molluschi (cozze, ostriche…), latte. Le proprietà della vitamina B12 sono importantissime: sintesi di materiale genetico, eritropoiesi (maturazione dei globuli rossi), partecipa al corretto funzionamento del sistema nervoso. La sua carenza può causare anemia, malformazione dei globuli rossi e disturbi neurologici per degenerazione dei nervi periferici.  

Le carenze di vitamine B possono essere: primarie, ovvero da inadeguato consumo dovuto ad esempio a determinati regimi dietetici; secondarie, cioè da insufficiente assorbimento.

DISCLAIMER

Questo articolo ha carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute. Il lettore pertanto utilizzerà tali informazioni sotto la sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso l’autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti sia indiretti o da problemi causati dall’utilizzo delle informazioni suggerite.        

Contenuti correlati

Altri contenuti: