Tutto pulito e in ordine nel cassetto della differenziata

Autore La redazione

In certi Comuni è obbligatoria, ovunque è segno di senso civico e di coscienza ambientale: stiamo parlando della raccolta differenziata, una pratica sempre più diffusa. Non basta però la buona volontà: spesso capita di trovarsi in difficoltà nel mantenere in ordine lo spazio che abbiano deciso di dedicarle. Ecco dunque alcuni consigli per differenziare con efficienzariducendo al minimo sporco e disordine.


Più spazio alla raccolta

Cercate di ridurre al minimo l’ingombro dei contenitori:

  • schiacciate e richiudete con il tappo le bottiglie di plastica;
  • aprite e ripiegate su se stessi gli imballi di cartoncino;
  • compattate le lattine premendo su uno dei lati, quindi pestandole con una scarpa pesante o uno scarpone.


Pulito è meglio

Lattine, bottiglie di vetro e di plastica e in generale i contenitori dovrebbero essere suddivisi nei bidoni della raccolta differenziata solo dopo aver eliminato eventuali residui di cibo o altre sostanze. Pulire i contenitori, però, è importante anche per mantenerli in ordine, liberi da odori e da eventuali “ospiti indesiderati” che potrebbero attirare.


Compost casalingo

Se avete un giardino, anche piccolo, potete prendere in considerazione l’idea di creare un bidone per il compostaggio nel quale far convergere l’erba tagliata, le foglie secche e le potature, ma anche scarti di cucina come fondi di caffè o bucce di frutta e ortaggi. In questo modo, produrrete da soli un ottimo nutrimento per le vostre piante, riducendo allo stesso tempo la produzione di rifiuti. 
Per gli scarti di cucina, è ideale scegliere un contenitore a chiusura ermetica e lavabile in lavastoviglie da tenere sempre sul banco di lavoro e da svuotare una volta pieno.


Un prezioso alleato

Il bicarbonato di sodio è un prezioso alleato contro gli odori: basterà spargerne una manciata sul fondo del bidone dei rifiuti e rinnovarlo ogni due settimane. In più, il bicarbonato assorbe l’eccesso di umidità che inevitabilmente si forma in quello spazio chiuso, facilitando enormemente le operazioni di pulizia. Volendo, potete anche aggiungere un paio di gocce di olio aromatico (per esempio alla lavanda, alla menta o al limone) per donare un gradevole e fresco profumo a questo spazio spesso trascurato.


Sacchetti a go-go

Anche se cercate di avere sempre con voi una borsa riutilizzabile in cui riporre gli acquisti, vi capiterà di non poter fare a meno di accettare un sacchetto di plastica o di carta in un negozio o al supermercato. In questo caso, conservateli e riponeteli vicino al vostro cassetto (o ripostiglio) della raccolta differenziata: potrete riutilizzarli in vario modo, e alla fine saranno utili per conferire i rifiuti nei vari bidoni. I sacchetti di carta potranno essere usati per la carta, quelli di plastica non riciclabile per la plastica e l’indifferenziato e i sacchetti compostabili per i rifiuti compostabili. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: