Luce e gas: come risparmiare sulle bollette

Autore La giornalista Debora Rosciani

Bollette di luce, gas e acqua fanno parte di quella rosa di “spese fisse” difficilmente comprimibili, di cui le famiglie tentano in ogni modo di alleggerire il peso. La via più sicura per risparmiare è, ovviamente, contenere il più possibile, ma non sempre è facile, soprattutto se in famiglia ci sono anziani e bambini. Ecco dunque qualche suggerimento pratico per risparmiare comunque. 

Partiamo dalla bolletta elettrica
Innanzitutto, bisogna sapere che il peso delle imposte è molto alto, circa il 40%. Si può però agire sul restante 60%, ricorrendo alle opportunità del mercato libero e cercando il fornitore che propone la tariffa più conveniente per le proprie esigenze. Certo, confrontarle non è facile, ma gli addetti ai lavori hanno calcolato che una famiglia media di 4 persone può arrivare a risparmiare anche 160 euro all’anno
Negli ultimi anni, poi, c’è stato un uso crescente della tariffa bioraria, vale a dire prezzi differenziati a seconda dei momenti della giornata e dei giorni della settimana: risparmio assicurato se, condominio permettendo, si concentrano i consumi dalle 19 alle 8 del mattino nei giorni feriali, e durante tutto il weekend e i festivi. 
Non bisogna dimenticare, però, che alla base di ogni risparmio ci sono buone abitudini casalinghe, che in questo caso si traducono in un uso consapevole dell’energia(ragionamento che vale anche per gas e acqua). Due consigli di estremo buon senso: 
• usate lampade a basso consumo energetico;
• cercate di spegnere del tutto gli elettrodomestici, evitando lo stand-by: il solo televisore rappresenta l’11% del consumo energetico di una famiglia tipo, quindi spegnerlo quando non serve è decisamente utile.

 

Anche il gas è una voce di bilancio familiare importante, che pesa soprattutto in inverno a causa dell’impianto di riscaldamento. Come fare? Regolatelo a temperatura costante(tra i 18°C e i 20°C), evitando di accenderlo e spegnerlo più volte al giorno: diminuire di un solo 1°C la temperatura nelle stanze consente un risparmio pari al 6%. Attenzione anche alla notte: l’ideale è mantenere la temperatura sotto i 10°C, ne beneficia anche la salute.
Tutto l’anno, poi, possiamo ridurre il consumo mettendo in pratica alcuni trucchetti ai fornelli: cuocete sulle piastre di dimensione proporzionata rispetto al diametro delle padelle e, se possibile, utilizzate i coperchi e terminate la cottura sfruttando il calore residuo – questa strategia vi permetterà di spengere la fiamma in anticipo.
Inoltre, non dimenticate l’appuntamento con la manutenzione della caldaia: la sua efficienza è il miglior risparmio possibile.

 

Nelle situazioni economiche particolarmente difficili, infine, c’è la possibilità di richiedere il bonus sociale energia, grazie al quale si può avere il diritto a uno sconto di circa il 20% sulla bolletta della luce e del gas. Per avere ulteriori informazioni si può andare sul sito dell’Autorità dell’Energia e del Gas.

Contenuti correlati

Altri contenuti: