Prendersi cura della pelle in gravidanza

gravidanza

Autore BeneInsieme

Nel periodo della gravidanza, la pelle subisce delle variazioni ormonali che provocano smagliature, capillari dilatati, iperpigmentazione cutanea (come macchie scure localizzate al labbro superiore, zigomi e fronte), cambiamenti in capelli e unghie. Si tratta di alterazioni di tipo estetico che in parte regrediscono dopo il parto. Sul sito del Ministero della Salute si trovano tutti i rimedi a questi problemi, ecco quali sono e come rimediarvi.

Come prevenire la pigmentazione cutanea

Questo problema è accentuato dall’esposizione al sole e alle lampade. Sicuramente, influisce una certa predisposizione genetica e sono coinvolti gli ormoni, in particolare gli ormoni ovarici, che determinano modificazioni delle cellule che producono la melanina (quelle che determinano il pigmento). La pigmentazione può essere superficiale o profonda, questa distinzione è importante perché le forme più profonde sono più difficili da trattare. I trattamenti - come per la maggior parte dei casi - vanno effettuati a fine gravidanza e allattamento, si basano sull’uso di creme schiarenti e peeling chimici. È chiaro come qui la prevenzione sia importantissima: è importantissimo non esporsi direttamente al sole durante la gravidanza e proteggere il viso con creme contenenti filtri ad alto fattore di protezione da applicare non solo al mare e in montagna, ma anche in città.

Come prevenire le smagliature

Anche in questo caso, la terapia migliore  per curare le smagliature è la prevenzione. Purtroppo, una volta comparse, le smagliature si possono solo attenuare. Nel periodo della gravidanza si possono usare solo prodotti cosmetici come creme, emulsioni o sieri; comunque cose da applicare localmente. Quelli che funzionano meglio sono i prodotti a base di sostanze elasticizzanti come:

  • acido boswelico
  • elastina
  • collagene
  • acido ialuronico
  • vitamina E e antiossidanti
  • olio di oliva e di mandorle dolci

Anche le più classiche abitudini possono prevenire o causare la comparsa di smagliature. L'alimentazione è il primo dei fattori e deve essere ricca di acqua, proteine, vitamine e antiossidanti.
Aumenti di peso importanti, tanto quanto dimagrimenti bruschi influiscono allo stesso modo.

Cosa fare dopo il parto per attenuare le smagliature

Dopo il parto e l’allattamento si può ricorrere a trattamenti vari come peeling chimici a base di differenti tipi di acidi che favoriscono la sintesi di collagene o trattamenti di radiofrequenza che, attraverso il calore, stimolano la cute a produrre collagene ed elastina.
Anche i laser possono essere d’aiuto. I laser frazionali e il Dye laser, in particolarte, sono indicati nel trattamento delle smagliature rosse - le smagliature ancora giovani - per uniformarne il colore.  

Unghie e capelli in gravidanza

Durante i primi tre mesi di gravidanza sarebbe meglio evitare l'applicazione unghie artificiali, in quanto le sostanze utilizzate (come ad es. il cianoacrilato) potrebbero essere dannose per il feto. E' comunque opportuno rimuovere le unghie artificiali prima del parto. Sempre nei primi tre mesi di gravidanza e durante l'allattamento sarebbe meglio evitare le tinture sintetiche o quelle che contengono ammoniaca e preferire i prodotti vegetali, anche è molto raro che dia conseguenze.

Contenuti correlati

Altri contenuti: