Informazione sulla sostituzione dell'olio di girasole

04 aprile 2022

A causa delle difficoltà di approvvigionamento di olio di girasole a seguito dell’attuale situazione geopolitica, in alcuni dei prodotti in vendita (sottoli, prodotti da forno, maionese, sughi, prodotti prefritti, ecc.) tale ingrediente potrebbe essere sostituito da oli vegetali di diversa origine.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha permesso transitoriamente ai produttori
di riportare sulle etichette e imballaggi già stampati, anche al di fuori della lista ingredienti, una frase direttamente sulla confezione di ogni singolo prodotto contenente indicazione su quali oli e/o grassi siano stati impiegati in sostituzione dell’olio di girasole, segnalando l’eventuale presenza di allergeni.

È consentito inoltre utilizzare nella lista degli ingredienti la dizione generica della categoria “oli e grassi vegetali” seguita dalle origini vegetali potenzialmente presenti, in considerazione delle forniture disponibili - es. “oli e grassi vegetali (girasole, palma, mais, soia, ecc.)”.

Vi preghiamo pertanto di leggere con attenzione le etichette dei prodotti che desiderate acquistare, per sapere, in caso di sostituzione dell’olio di girasole, quale altro olio sia stato utilizzato.