È primavera: basta tapis roulant e prova la strada

Autore Gli esperti di Runner's World

Il tapis roulant ti aiuta nella corsa perché il nastro scorre sotto di te. In strada, invece, ti trovi a dover spingere su una superficie dura, il movimento richiede maggiore energia e produce un diverso stress a livello di caviglie, piedi e gambe. Eccoti allora qualche consiglio per passare in modo sicuro e divertente dal tapis alla strada.

Datti tempo per ricominciare a correre all'aperto

Comincia col correre all’aperto una volta la settimana. Se correvi per 30 minuti senza sosta sul tapis roulant, fuori alterna un minuto di corsa a uno di camminata. La seconda settimana, corri
due volte all’aperto e incrementa il rapporto corsa/camminata a 2:1. Gradualmente diminuisci gli allenamenti al chiuso e aumenta il tempo delle tue corse all’esterno.

Rallenta velocità rispetto a quella che facevi indoor

Molti tapis roulant non sono ben calibrati e ti segnalano velocità errate. Non abbatterti se quando sei all’aperto scopri di girare a un ritmo più lento. Compensa così: se sul tapis roulant correvi a 5’45” al km, in partenza vai a 7’00” al km, quindi dopo 10 minuti accelera a 6’15”, che equivale all’incirca al passo che tenevi sul tapis.

Quanti Km devo correre?

Se rallenti e fai delle pause al passo, riuscirai a coprire la stessa distanza che facevi sul tapis roulant. Ma sentiti libero di diminuire i chilometri per adattarti alla corsa in strada.

Come vestirsi per correre all'aperto

Se ti vesti a strati con capi tecnici per il running non avrai problemi se il tempo dovesse cambiare durante la tua corsa. Leva uno strato prima di cominciare a sudare.

Contenuti correlati

Altri contenuti: