La dieta dell'inverno

Autore La nutrizionista Sabrina Severi

Neve, ghiaccio e grande freddo: questo è l’inverno. La natura si chiude in se stessa, gli animali vanno in letargo. Anche l’uomo in questa fase dell’anno deve nutrirsi in profondità, conservare ed evitare di disperdere energia vitale grazie uno stile di vita appropriato.

L’alimentazione dell’inverno deve basarsi quasi esclusivamente su cibi cotti: dimenticate quindi insalatoni e piatti freddi, i protagonisti dell’inverno sono i piatti caldi. Per esempio zuppe e minestre, più ricche di quelle autunnali grazie all’aggiunta di carne, pesce e di qualche condimento in più. 
Nei giorni con temperatura sotto lo zero, consiglio di accendere il forno per preparare pasta, timballi e caponata di verdure, patate al forno, pesce e carne arrostiti. Questi sono i piatti dell’inverno! Iniziate la cena con una zuppa di verdura bella calda, per allontanare il freddo, proseguite con un secondo cucinato (polpette al pomodoro, pesce con piselli, omelette con verdure) e un po’ di pane (volendo, potreste tostarlo leggermente).

Le bevande dell’inverno sono le tisane arricchite di spezie: cannella, chiodi di garofano, curcuma, fettine di zenzero fresco per riscaldare e aggiungere una nota di gusto unico.

E, a proposito di stili di vita, 3 pillole:

Coprirsi a strati è il modo migliore per superare bene l’inverno. L’inverno è la stagione del rene, quindi occorre proteggere con cura la zona lombare (rene e vescica), mani e piedi. Il freddo dell’inverno, se affrontato in modo adeguato, ci tempra e rinforza il nostro sistema immunitario.

Temperatura ambientale. In casa dovremo tenere una temperatura né troppo fredda né troppo calda, per favorire il benessere termico.

Il movimento permette all’energia del corpo di circolare e di produrre calore, quindi è consigliato anche in inverno. Passeggiare all’aperto è un’ottima abitudine da coltivare soprattutto d’inverno.

Contenuti correlati

Altri contenuti: