Occhio alla convenienza

Autore La giornalista Debora Rosciani

Che cosa vuol dire “tenere d’occhio la convenienza”? È un concetto valido per ogni scelta economica, ma ha più a che fare con il denaro – spendere meno a tutti i costi – o con il comportamento individuale e l’esigenza familiare? 
Indubbiamente, ciò che può essere “conveniente” per un nucleo familiare di quattro persone difficilmente potrà esserlo per un single. Però, certe piccole regole di buon senso possono essere valide per tutti, a prescindere dal numero dei componenti la famiglia.

 

1. Se si va al supermercato è certamente più conveniente acquistare frutta e verdura di stagione piuttosto che le fragole a ottobre o il cocomero a dicembre.

 

2. È conveniente riempire la dispensa come se fosse un bunker in cui rifugiarsi in attesa di un uragano? Può essere una scelta intelligente per il bilancio di una famiglia numerosa, decisamente meno per un nucleo familiare normale che cerca il risparmio. Se trovate qualche offerta conveniente, può essere vantaggioso fare la scorta nel settore “no food”: difficilmente il detersivo per la lavatrice o quello per i piatti hanno le stesse scadenze del latte o delle mozzarelle.

 

3. Un altro approccio intelligente alla spesa con un occhio alla convenienza è quello di chi guarda al prezzo al chilo dei prodotti, elemento sempre indicato nelle etichette: le confezioni maxi riducono il prezzo al chilogrammo, mentre i single hanno imparato a puntare sulle porzioni singole. I meno pigri si buttano sulla creatività domestica e, dopo l’acquisto di confezioni maxi di carne o altri alimenti, confezionano porzioni mini da congelare o, comunque, consumare nel tempo.

 

4. Approfittate anche dei cosiddetti “carrelli a prezzo fisso”, dove vengono cioè inseriti una ventina di prodotti base, che permettono di portare a casa una spesa di qualità anche per meno di venti euro.

 

5. Infine, visitate negozi alimentari o supermercati negli orari a ridosso della chiusura: in particolare con il pesce, si può arrivare a risparmiare fino alla metà.

Contenuti correlati

Altri contenuti: