Quattro tips per sentirsi bene riordinando

Autore Bene Insieme

Marie Kondo, autrice del libro “Il magico potere del riordino”, è stata la prima a mettere in primo piano la necessità di tenere le proprie cose pulite e in ordine perché legate al nostro stato psico-fisico: vivere in una casa impeccabile ci motiva a essere più produttivi, più sereni e più organizzati.

Ecco quindi un rapito “kit domestico” per sfruttare al massimo l’arte del riordino!

Ottimizza il tuo tempo

Oggi che siamo sempre di corsa e il lavoro è sempre più frenetico, la cura della casa si concentra per lo più nel weekend. Per avere la casa pulita e un po' più di tempo libero, un trucco c’è ed è quello di ottimizzare i tempi delle pulizie. Organizza un piano di lavoro. Ti aiuterà a tenere il giusto ritmo nella tabella di marcia. Inoltre alcune faccende domestiche si possono sbrigare contemporaneamente. Qualche esempio? Stendere il bucato mentre si lascia agire l’anticalcare, curare le piante sul balcone dopo aver lavato i pavimenti... 

Mantieni ordinati gli ambienti

Una casa ordinata aiuta il relax. Stessa cosa vale se si tratta di mettere ordine nel guardaroba. Organizzalo così: svuota ogni ripiano e cassetto. Togli tutto e approfitta per fare una pulizia profonda. Indossa tutto quello che trovi e valuta se è il caso di tenerlo ancora. In questo modo, potrai eliminare quei capi che non usi, ma che occupano spazio. Quindi dividi i capi a seconda della stagione. Gli estivi da una parte dell’armadio, gli invernali da un’altra. Prima, però, ricordati di riporli via puliti. 

Resta in forma mettendo in ordine

Fare le pulizie di casa, si sa, non è certo il massimo del comfort, ma se diventassero un momento fitness vero e proprio? Sarebbe di certo un modo utile per bruciare calorie! Qualsiasi sia il lavoro domestico che stai eseguendo, rendi il movimento più dinamico. Dal lavare i piatti al pulire i vetri, dallo spolverare i mobili al pulire il bagno. Per darti il giusto ritmo, metti della musica energica.
Un esempio di esercizio? Per raccogliere gli oggetti da terra, divarica le gambe mantenendole in linea con i fianchi. Mentre ti abbassi, piega le ginocchia, tenendo la schiena dritta e contraendo gli addominali. Lo stesso esercizio lo puoi fare con l'aspirapolvere. È sempre bene ricordare di prestare attenzione ai movimenti, senza sforzare troppo le articolazioni.

In casa, cammina a piedi nudi

Una buona abitudine che arriva dal Giappone e che si sta diffondendo sempre più anche qui da noi: togliere le scarpe entrando in casa ci protegge da milioni di germi e batteri. Le suole delle nostre scarpe vengono infatti a contatto con tantissimi tipi di microorganismi che incrociamo in strada quotidianamente. Una buona abitudine che oltre a essere una questione di igiene, ci permette di godere del beneficio di camminare scalzi. Una pratica che permette al nostro piede di assumere una posizione naturale. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: