Bicarbonato, aceto e limone: alleati delle pulizie

Autore La redazione di econote.it

Scommettiamo che con tre ingredienti sempre in dispensa o in frigo potrete igienizzare, pulire e profumare la casa risolvendo tre diversi problemi? Semplici, sostenibili e a portata di mano, i nostri alleati sono: limone, bicarbonato e aceto.

Primo inconveniente, tubi intasati. Vi sarà sicuramente capitato di vedere scorrere l’acqua della vasca o del lavandino più lentamente del solito. Non è per niente igienico e funzionale: la causa sono di solito residui di sapone e capelli che occludono il tubo e ostacolano il fluire dell’acqua. Prima di ricorrere a ritrovati della chimica industriale talmente forti da doverli utilizzare con mille cautele, vi suggeriamo un “rimedio della nonna” con una sostanza che di sicuro troverete in casa. 
In un pentolino scaldate l’acqua portandola quasi a bollore, quindi unite un quarto – rispetto all’acqua del pentolino – di aceto bianco. Ora mettete una manciata di bicarbonato nel tubo incriminato e versateci sopra il composto di acqua e aceto. Il risultato sarà una reazione chimica: una schiuma bianca si espanderà, liberando lo scarico.

Secondo, cattivi odori. Un tappo del detersivo (così riutilizziamo anche quello) pieno di bicarbonato in frigo ci aiuterà a tenere a bada i cattivi odori. Per lo stesso motivo, possiamo spargere il bicarbonato anche sul fondo delle pattumiere della raccolta differenziata, dopo averle pulite. 

Terzo, pulire le superfici. Vetri e specchi possono essere puliti con fogli di vecchi giornali imbevuti di aceto, che è anche un ottimo sostituto dell’anticalcare per il piano cottura o i rubinetti. 

Invece, sfregare il limone sulle pareti del forno caldo dopo averlo spento aiuterà a togliere le incrostazioni e, se lo sporco persiste, proseguite con aceto e acqua calda.

Un’avvertenza: quando provocate reazioni chimiche, ricordate sempre di far arieggiare la stanza e prestate attenzione a non avvicinarvi troppo con gli occhi.Ultima nota, ma non per importanza: tenete presente che quello che inserite nei tubi arriva fino al mare e viene immesso in natura. Più naturale è, meglio è!

 

Contenuti correlati

Altri contenuti: