Colesterolo, a noi due

Autore La redazione

 

Che cos'è e come prevenire il suo innalzamento

Il colesterolo è una molecola presente nel sangue, in gran parte prodotta dall’organismo e in minima parte introdotta con la dieta. Si ritrova nel sangue sotto forma di “colesterolo buono” (HDL) e “colesterolo cattivo” (LDL). L’eccesso di colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia), in particolare di colesterolo LDL, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. 
Conosciamolo meglio per prevenirne gli effetti indesiderati.

 

LA FUNZIONE DEL COLESTEROLO

Il colesterolo è un importante lipide di membrana cellulare che funge da modulatore della fluidità della stessa e previene la cristallizzazione degli acidi grassi inserendosi tra di loro. È precursore della vitamina D e di altre molecole importanti (ormoni steroidei, progestinici, androgeni, estrogeni, glucocorticoidi, mineralcorticoidi).
Può essere di origine: esogena se assunto con gli alimenti; endogena se sintetizzato a partire da precursori intracellulari.
La quantità di colesterolo sintetizzato da un individuo adulto è nell’ordine di 500-800 mg al giorno ed è strettamente legata all’assunzione esogena (se è elevata, la sintesi viene limitata). 
La quantità di colesterolo assunto con la dieta incide solo per un 10-12% sulla colesterolemia (la concentrazione della sostanza nel sangue), ma è stato osservato che un regime alimentare molto ricco in trigliceridi e in acidi grassi saturi aumenta l’assorbimento del colesterolo da parte dell’organismo.

 

IN QUALI ALIMENTI SI TROVA?

Il colesterolo è presente solo negli alimenti di origine animale.
Il colesterolo negli alimenti contribuisceper il 30% circa all’innalzamento della colesterolemia; un organismo sano è in grado di regolare l’assorbimento di colesterolo, riducendolo nel caso in cui la dieta ne apporti quantità eccessive.

 

COME PREVENIRE L’INNALZAMENTO DEL COLESTEROLO?

Tra i fattori da tenere sotto controllo per evitare l’ipercolesterolemia e altre patologie gravi vi è l’eccesso di peso corporeo, causato anche da un’alimentazione scorretta e uno stile di vita sedentario. Il mantenimento di un peso corporeo corretto, fattore importante per prevenire numerosi disturbi e patologie, va realizzato attraverso una vita fisicamente attiva e una costante attenzione a ciò che si consuma.

 

ALIMENTI DA EVITARE

• Grassi animali: burro, lardo, strutto, panna.
• Pane confezionato con burro o strutto.
• Frattaglie (fegato, cervello, reni, rognone, cuore).
• Insaccati a elevato tenore in grassi saturi e parti grasse delle carni.
• Latte intero o condensato, yogurt intero, formaggi a elevato tenore in grassi saturi e colesterolo.
• Maionese e altre salse elaborate.
• Superalcolici.

 

INDICAZIONI SEMPRE VALIDE

A prescindere dall’ipercolesterolemia, accorgimenti da seguire in ogni caso sono: 
limitare l’impiego di sale, sostituendolo con erbe aromatiche, spezie e succo di limone. Il sale aggiunto in eccesso può favorire l’insorgere dell’ipertensione arteriosa. 
consumare quantità ridotte di alcol, orientandosi su un bicchiere di vino per ogni pasto principale. 
bere molta acqua, raggiungendo almeno 1 - 1,5 litri al giorno, e aumentare la quantità nelle circostanze dove si verifica una maggiore dispersione di liquidi, come l’attività sportiva o lavori molto faticosi.

 

Questo articolo ha un carattere puramente informativo.
Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato generale di salute. Il lettore pertanto utilizzerà tali informazioni sotto la sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso il dietista potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti sia indiretti o da problemi causati dall’utilizzo delle informazioni suggerite o degli schemi dietetici proposti.

Contenuti correlati

Altri contenuti: