Bagnetto e massaggio: un rituale magico per i più piccini

bagnetto-massaggio

Autore BeneInsieme

Il momento del bagnetto è fondamentale nella routine di un bambino, ma non sono da sottovalutare nemmeno il pre e il post bagno: un percorso da riscoprire che aiuta a legare e a trasmettere al bambino una sensazione di benessere.

L’importanza del contatto
Una parte essenziale dell’infanzia è il contatto della pelle. Ecco perché il massaggio dei bambini diventa un momento prezioso per costruire un legame attraverso momenti di relax. Non parliamo del massaggio dopo il bagnetto, ma addirittura prima. La pelle dei bambini si disidrata 5 volte più velocemente rispetto alla pelle degli adulti, ecco perché idratare la pelle anche prima del bagnetto diventa fondamentale. Mentre massaggiate la pelle del vostro bambino non dimenticate di parlargli con una voce dolce e calma. In questo modo imparerà a conoscervi anche dal tocco delicato, dal tono di voce e dal vostro profumo.

Il bagnetto: un momento di libertà
Lasciare che un bambino giochi con l’acqua aiuta il coordinamento di mani e piedi. Aggiungete il detergente specifico diluendolo direttamente nell’acqua, in modo che il bambino venga avvolto da un caldo abbraccio profumato. Collegare un momento speciale e rilassante con un profumo piacevole può creare una facile connessione che darà vita a memorie positive a lungo termine. Raccontategli una storia, giocate con lui nell’acqua, prendetevi del tempo per trasformare il bagno in un’attività da fare insieme. Profumi, sensazioni, momenti di divertimento famigliare creano ricordi destinati a durare nel tempo.

Finito il bagnetto non nisce il divertimento
Una volta che il bagnetto è terminato, dobbiamo asciugare il bambino nel modo corretto e idratare di nuovo la pelle. Non strofinate mai la pelle dei bambini, è molto sensibile e rischia di irritarsi. Tamponate invece la pelle del piccolo asciugandolo zona per zona con un asciugamano di cotone a lui dedicato. Una volta che il bambino è asciutto applicategli la crema idratante con un tocco gentile, parlandogli sempre con una voce dolce e rasserenante. Potete dargli in mano un giochino e raccontargli delle storie proprio partendo dai colori e dalle sensazioni tattili.

Contenuti correlati

Altri contenuti: