Creme solari Conad

creme solari conad

Autore dott.ssa Alessia Aldini, Farmacista Conad

I raggi UV del sole possono avere degli effetti benefici sul nostro organismo, ma una esposizione incontrollata potrebbe comportare degli effetti indesiderati a lungo o breve termine. Proteggersi con le creme solari dai raggi solari è quindi una esigenza della quale non possiamo fare a meno e scegliere il prodotto giusto per farlo è fondamentale.

I solari Conad, che da sempre proteggono la tua pelle e quella del tuo bambino, da oggi si arricchiscono di nuovi prodotti. Si tratta della linea Conad Essentiae Solari, una nuova gamma per la protezione della pelle dei raggi UV e dai problemi che possono causare. Ogni solare della linea Conad Essentiae unisce al suo interno protezione dal sole ed estratti di origine naturale, con una formula senza parabeni, alcool e coloranti, per il benessere di tutta la famiglia.

CREME SOLARI CONAD ESSENTIAE: QUALI SCEGLIERE

La gamma Conad Essentiae Solari è stata pensata per soddisfare i bisogni che la tua pelle necessita e per darti tutta la protezione solare che cerchi e combattere gli effetti negativi dell’esposizione al sole.
Una gamma ampia, composta da diverse tipologie di prodotto come latte solare, crema, Olio abbronzante e Spray solari, divisi per linea:

·         la linea idratante è composta da estratto di Olivello Spinoso, Olio di Tamanu (ricchi di antiossidanti e vitamine) e Burro di Karitè. La sua formulazione lascia la pelle a lungo morbida, idratata ed elastica. Previene e combatte la comparsa di rughe causate dal sole;

·         la linea rapido assorbimento non lascia residui e dona una piacevole sensazione di freschezza sulla pelle grazie alle proprietà rinfrescanti dell’estratto di menta acquatica. La sua formula è ultraleggera e arricchita di olio di semi di canapa che aiuta a idratare la pelle secca e disidratata;

·         la linea abbronzante è disponibile in tre varianti. Con estratto di burro di cacao aiuta a mantenere elastica la pelle e di conseguenza previene l’invecchiamento cutaneo causato dal sole; la formula arricchita con l’estratto di carruba stimola la melanina e quindi intensifica naturalmente l’abbronzatura; l’olio solare arricchito con olio di jojoba nutre la pelle in profondità donando alla pelle una abbronzatura intensa e duratura;

·         la linea Bimbi è studiata per la pelle delicata e sensibile dei bambini. L’olio di calendula, lenitivo e rinfrescante, è abbinato all’estratto di avena, addolcente e disarrossante;

·         la linea doposole idrata la pelle profondamente lasciandola morbida ed elastica, perché è arricchita di Vitamina E, dalle proprietà antiossidanti, ed estratti di Aloe e Boswelia, rinomati per le proprietà calmanti e lenitive.   

IL FATTORE DI PROTEZIONE O SPF

Una volta individuata la tipologia di crema solare che dal punto di vista della formulazione fa al caso nostro, è fondamentale saper scegliere la protezione solare adatta al nostro fototipo.

L’SPF (Sun Protection Factor) è il fattore di protezione solare, che ci indica il livello di protezione garantito dalla crema. Si tratta di numeri standard predefiniti e sui quali è intervenuta anche la Commissione Europea ponendo il limite massimo di SPF 50+ e chiedendo che venga abbinato a ogni valore numerico un aggettivo che lo descriva (es. protezione bassa, media…)
Si delinea così un panorama di SPF che vede escluse dalle definizioni di protezione solare aggettivi come “protezione totale” o “schermo totale”, in quanto  dalle prove scientifiche è emerso che non può essere tecnicamente garantito.

·         SPF 6 -10 protezione bassa

·         SPF 15 - 25 protezione media

·         SPF 30 - 50 protezione alta

·         SPF 50+ protezione molto alta

I filtri solari utilizzati attualmente nelle creme proteggono da raggi UVB e UVA, quelli considerati più pericolosi all’interno dello spettro delle radiazioni ultraviolette. L'SPF si riferisce alla protezione dai raggi UVB e la Protezione UVA deve essere pari ad un terzo dell'SPF dichiarato.  

DI CHE FOTOTIPO SEI?

La scelta dell’SPF va fatta dopo aver delineato il proprio fototipo cutaneo. Si tratta di una classificazione utilizzata in dermatologia sulla base della quantità di melanina presente in un soggetto e la risposta che la sua pelle ha ai raggi UV.

Si tratta di un discorso generale, in quanto durante i primi giorni di esposizione al sole una protezione medio/alta è consigliabile per tutti i fototipi, poi a seconda della tipologia di pelle e delle esigenze personali l’SPF si può abbassare.

I fototipi sono 6 (classificazione Fitzpatrick) e possiamo così raggrupparli:

·         i fototipi I e II sono caratterizzati da pelle e occhi chiari, elevata sensibilità ai raggi UV e necessitano quindi di protezioni solari alte e molto alte;

·         il fototipo intermedio (III) si scotta moderatamente e si abbronza gradualmente, necessita di protezioni medie;

·         i fototipi IV, V e VI, rappresentano le carnagioni scure e olivastre che si scottano difficilmente e che possono utilizzare protezioni basse.

La scelta del solare viene fatta poi anche in base alla praticità: le diverse formule che ci offre il mercato sono in grado di soddisfare le esigenze di tutti.

Il latte abbronzante con protezione è un prodotto più idratante sulla pelle, ideale per l’utilizzo di tutta la famiglia, mentre gli spray solari hanno un assorbimento più rapido e sono adatti a chi non ama le creme e necessita di un assorbimento rapido. Alcuni prodotti possono contenere estratti naturali in grado di intensificare l’abbronzatura. Per i bimbi è importante scegliere sempre un fattore di protezione alto in quanto la loro pelle è molto sensibile al sole, con formule più delicate e possibilmente prive di profumazione. 

DOPO L’ESPOSIZIONE SOLARE: IL DOPOSOLE

Dopo essersi esposti al sole la pelle ha una forte richiesta di idratazione. Per una idratazione profonda si presta molto bene una sostanza funzionale come la vitamina E, oppure anche principi attivi vegetali come l’aloe e la Boswelia che sono dotati di una spiccata attività lenitiva e calmante. In questo modo è possibile ripristinare la giusta idratazione a livello epidermico e conferire una sensazione di freschezza. La crema doposole può essere applicata in maniera generosa al termine di ogni giornata, in maniera tale da essere pronti il giorno dopo per una nuova esposizione e non avere sensazioni sgradevoli come prurito o pelle che tira. 

GRAVIDANZA AL SOLE? SÌ CON PROTEZIONE SOLARE E BUON SENSO

Spesso ci si chiede se sia opportuno o meno prendere il sole in gravidanza un momento particolare nella vita di una donna cui è bene prestare attenzione perché molti gesti che normalmente si compiono senza riflettere troppo, assumono un significato diverso. Esporsi al sole in dolce attesa non è vietato, ma vanno prese le giuste precauzioni, senza dimenticarsi di utilizzare il buon senso.  Oltre all’utilizzo di creme solari in gravidanza, da scegliere in base al fototipo cui si appartiene, è necessario prestare qualche attenzione in più.

Si può godere tranquillamente di tutti i benefici del sole durante la stagione estiva senza esagerare: un quarto d’ora al giorno di esposizione diretta, al di fuori delle ore centrali della giornata, per stimolare la sintesi della vitamina D ancor più necessaria in questo momento in cui il corpo della donna è impegnato a creare un’altra vita.  

CREME SOLARI BAMBINI: UN’ATTENZIONE PARTICOLARE

Una attenzione in più va riservata all’esposizione solare dei bambini, la cui pelle è molto più delicata rispetto a quella degli adulti. La struttura della loro pelle, non essendo ancora completamente sviluppata, risulta essere più indifesa da qualsiasi tipo di agente esterno. Per questo l’esposizione al sole va affrontata in maniera seria e con le corrette precauzioni. Partiamo innanzitutto dalla scelta di una buona protezione solare che risponda ai requisiti che cerchiamo. Nella linea Conad Essentiae trovi prodotti dedicati alla protezione solare per bambini, particolarmente indicati per la pelle sensibile dei piccoli. I solari della linea Bimbi sono ipoallergenici, senza profumazione e a elevata spalmabilità. In formulazione spray o latte solare bambini, sono tutti con olio di calendula ed estratti di avena, due componenti lenitive e addolcenti.
A tutela della nostra sicurezza e salute, c’è l’etichetta. Il prodotto cosmetico riporta per legge tutti gli ingredienti in etichetta come previsto dalla nomenclatura europea INCI (Inventario Europeo Degli Ingredienti Cosmetici) e il numero che indica l’SPF (Sun Protective Factor) viene associato a un aggettivo in grado di identificarne in maniera facile il livello di protezione.  Conoscere, distinguere e scegliere le Creme Solari Inci è una sicurezza in più a favore di una serena esposizione al sole di tutta la famiglia.

 

DISCLAIMER

Questo articolo ha carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute. Il lettore pertanto utilizzerà tali informazioni sotto la sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso l’autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti sia indiretti o da problemi causati dall’utilizzo delle informazioni suggerite.                                                   

         

Contenuti correlati

Altri contenuti: