Prendersi cura dei capi invernali

Autore La redazione

Niente è più piacevole dell’avvolgersi in un caldo maglione in una giornata frizzante. Ecco alcuni consigli per prendersi cura al meglio del nostro guardaroba in lana.

Come lavare lana e cashmere?

La lana (e il cashmere, un tipo di lana molto pregiata) deve essere sempre lavata a bassa temperatura, meglio se addirittura in acqua fredda, con detergenti molto delicati, per evitare che infeltrisca e perda quindi la sua caratteristica morbidezza.
Se vogliamo lavare i nostri capi in lana in lavatrice, assicuriamoci che l’apparecchio abbia un programma adatto alla lana e ai capi delicati e che la temperatura di lavaggio sia al massimo di 30°C. 
Anche il ciclo di centrifuga deve essere molto delicato, ma non va omesso perché è importante rimuovere l’acqua in eccesso da questi indumenti prima di metterli ad asciugare. Ricordiamoci poi di usare sempre un detersivo per capi delicati.

Se vogliamo effettuare un lavaggio a mano, magari perché dobbiamo lavare solo un capo di dimensioni ridotte (come una sciarpa), oppure particolarmente delicato, possiamo sciogliere in una bacinella d’acqua fredda o appena tiepida un po’ di shampoo per capelli (è un’ottima alternativa al detersivo, ma solo nei lavaggi a mano!) e immergere il capo da lavare, massaggiandolo nell’acqua saponata senza mai strofinare né torcere il tessuto. Risciacquate sempre con acqua fredda o tiepida.

L'asciugatura dei capi delicati 

Prima di mettere i vostri capi ad asciugare, assicuratevi sempre che non siano troppo bagnati, sia che li abbiate lavati a mano che in lavatrice. 
Se c’è acqua in eccesso, stendeteli su un asciugamano asciutto che arrotolerete su stesso premendo leggermente con le mani verso il basso. Se a essere troppo bagnato è un capo molto piccolo, come un berretto, potete eliminare l’acqua in eccesso con l’aiuto della centrifuga per l’insalata.

Sebbene l’uso dell’asciugatrice si stia sempre più diffondendo e molte abbiano programmi adatti alla lana e ai delicati, il nostro consiglio è di non rischiare con i capi che per noi sono più preziosi, a meno che la macchina non sia stata testata con capi cui teniamo di meno.

Per l’asciugatura tradizionale, mettete sempre ad asciugare i vostri capi in lana al riparo dal sole e da fonti di calore dirette, in una stanza asciutta e su una superficie piana, non appesi, per evitare che si deformino.

Contenuti correlati

Altri contenuti: