Prepariamoci all’allattamento

Autore Dottoressa Alessia Aldini - Farmacista

L'allattamento è la prima forma di alimentazione che caratterizza la nostra esistenza. Si tratta di un gesto naturale e necessario, sia per la nostra salute che per il nostro bagaglio affettivo, trattandosi di un momento molto intimo del rapporto madre - bambino.

L’ OMS consiglia l'allattamento al seno come alimentazione esclusiva del neonato almeno per i primi sei mesi di vita. Potrà poi protrarsi nel tempo, ma andrà affiancato da un corretto svezzamento. Il latte materno è da considerare come un alimento nutrizionalmente perfetto per il neonato.

Il colostro e la montata lattea

Il primo latte che la madre produce è conosciuto come colostro, con il quale trasmette al figlio una prima difesa immunitaria e che lo aiuta anche ad espellere le feci trattenute dell'intestino alla nascita, il cosiddetto meconio.

A distanza di qualche giorno dal parto il latte materno inizia a modificare la sua composizione in modo da adattarsi alle esigenze nutrizionali del neonato e si assiste al fenomeno della montata lattea. Il latte viene prodotto in quantità maggiori, necessarie al sostentamento del piccolo.

Come cambia il corpo della mamma?

Il seno di una donna già dall'inizio della gravidanza inizia a subire una trasformazione per prepararsi a questo evento. Esistono nel seno femminile delle piccole strutture anatomiche chiamate “Tubercoli di Montgomery” che fin dai primi mesi iniziano ad ingrossarsi e a produrre un liquido lubrificante adatto allo scopo.

A livello ormonale l’allattamento è regolato della prolattina, un ormone prodotto dall’ipofisi e rilasciato al momento del parto. Contribuisce significativamente al suo riliascio, e quindi alla produzione di latte, l'attacco del bambino e la suzione.

L’alimentazione della mamma

La madre che allatta deve avere un’alimentazione sana e varia, come è stato durante il periodo della gravidanza, con particolare attenzione all’introduzione dei liquidi. Specialmente nei primi giorni dopo il parto è necessario bere molta acqua: la prolattina stessa darà un forte stimolo al senso della sete. Questo servira proprio a sostenere il suo organismo nell'imminente produzione di latte materno. Successivamente potrà consumare anche tisane a base anche di erbe con azione calmante e antispasmodica che potranno esercitare effetti benefici anche sul neonato, come finocchio o cumino. 

La connessione mamma-bimbo

Il momento dell'allattamento è fatto di intimità e condivisione fra mamma e bambino. Per farlo è importante utilizzare una posizione comoda, alcune donne preferiscono anche aiutarsi con dei cuscini specifici a forma di ferro di cavallo per poter avere maggiore comfort.  E importante capire se il bambino si attacca bene e se la suzione stia avvenendo correttamente. L’allattamento non è una pratica dolorosa: può risultare inizialmente fastidiosa, ma in seguito deve essere vissuta in maniera serena e piacevole. Ci sono operatori sanitari che possono aiutare e consigliare la madre, ci si può rivolgere principalmente ad ostetriche specializzate.

Problemi dell'allattamento: come affrontarli?

Uno dei problemi che possono presentarsi durante l’allattamento è la formazione di ragadi, ovvero piccole fessurazioni del capezzolo. La comparsa della ragade è spesso preceduta da arrossamento e screpolature, ma accorgersene è facile perché purtroppo si sente dolore. Spesso le ragadi tendono a formarsi perchè il bambino non si attacca correttamente. Una delle prime cose da fare sarà quindi correggere il gesto, facendosi sempre aiutare da ostetrica o pediatra.

Altri rimedi potranno essere utilizzati sia in via preventiva, che a ragade già formata sono:

·        fare uscire qualche goccia di latte e spalmarla sul capezzolo, sia prima che dopo la poppata, aiuta ad ammorbidire e cicatrizzare

·        utilizzare creme con componenti sicuri e compatibili con allattamento, ma risciacquare sempre comunque il seno (creme a  base di lanolina, vitamina E o olii vegetali come olio di mandorle)

·        indossare coppette di argento. Quest'ultimo ha proprietà antisettiche e cicatrizzanti.

·         prima di rimettere il reggiseno è bene asciugarsi correttamente ed eventualmente utilizzare coppette assorbilatte, fatte di tessuti traspiranti che aiutano a mantenere il seno asciutto.

Contenuti correlati

Altri contenuti: