Acquistare pesce e frutti di mare: occhio alla freschezza

Autore La redazione

Per essere sicuri di comprare pesce e frutti di mare sempre freschi, è possibile adottare alcuni semplici accorgimenti al momento dell’acquisto.

 

Pesce:
Gli occhi devono essere limpidi e brillanti.
Il corpo deve avere una brillantezza metallica, non dall’aria asciutta e scolorita.
Le branchie devono avere un colore rosso acceso.
Se state acquistando dei filetti, badate che la carne abbia un’aria compatta e che la pelle, se presente, non sia opaca e scolorita. 
Se è presente del liquido, badate che sia trasparente e non lattigginoso.

 

Molluschi e crostacei:
Prestate particolare attenzione nell’acquisto dei crostacei – come gamberi e scampi – perché vanno a male molto in fretta. Uno dei segni rivelatori di un crostaceo andato a male è un vago odore di ammoniaca
Preferibilmente acquistate crostacei con la testa: è vero, le sole code sono più comode da gestire, ma i crostacei interi trattengono meglio l’umidità. Potrete sempre usare le teste per un ottimo fumetto di pesce.

 

molluschi bivalvi come cozze e vongole si acquistano generalmente vivi. I molluschi morti non si apriranno in cottura: non forzate le conchiglie chiuse e gettatele via.

 

Infine, ricordate sempre questa regola generale: il pesce e i frutti di mare devono avere un odore fresco, piacevole, che ricordi l’acqua pulita. Fidatevi del vostro naso e rifuggite sempre dal pesce che emana un cattivo odore!

Contenuti correlati

Altri contenuti: