Home Consigli Alimentazione Alimentazione KM 0 Perché la carne inquina e come sostituirla
Alimentazione
di Redazione - 15/02/2023

Perché la carne inquina e come sostituirla

Perché la carne inquina? L’impatto ambientale della carne e come modificare il nostro menù per ridurre la nostra impronta ecologica.

perché-la-carne-inquina-e-come-sostituirla

Negli ultimi 50 anni il consumo medio di carne a persona è quasi raddoppiato: siamo passati da 23 kg circa all'anno nel 1961 a 43 kg nel 2014. Questo incremento ha fatto sì che la produzione di proteine animali sia cresciuta molto più velocemente rispetto alla popolazione mondiale. Questo rappresenta un problema dal punto di vista salutistico ma soprattutto dal punto di vista ambientale: l’impatto ambientale della carne è infatti devastante per il pianeta. Vediamo quindiperché la carne inquina e come modificare il nostro menù per ridurre il nostro impatto sull’ambiente.

 

L’impatto ambientale della carne

 

La produzione di carne danneggia l’ambiente sotto tanti punti di vista. In primis, per la produzione di gas serra. Gli allevamenti sono infatti responsabili del 15% del totale di tutte le emissioni di gas a effetto serra di origine antropica. Inoltre, il settore è responsabile della perdita di biodiversità, perché foreste e aree incontaminate cedono il passo a terreni a uso agricolo, in cui coltivare mangimi da destinare al consumo animale. La carne è viene indicata come la principale causa di deforestazione mondiale, responsabile del 41% della distruzione delle foreste tropicali. Un altro problema riguarda le risorse idriche: quasi un terzo del consumo d’acqua nelle attività umane è impiegato per l’allevamento di animali da carne.

 

La soluzione? Un’alimentazione vegetale e a km 0

 

La soluzione a questa situazione è la riduzione del consumo di carne. No, non dobbiamo diventare tutti vegani da un momento all’altra ma ridurre il consumo di carne e fare scelte più consapevoli quando facciamo la spesa. Dovremmo cercare di mangiare la carne non più di una volta a settimana e prediligere frutta, verdura, cereali e legumi.

La coltivazione di alimenti vegetali genera emissioni di gas serra di molto inferiori rispetto all’allevamento animale. Per fare un esempio, 1 chilo di carne di maiale genera la stessa quantità di CO2 prodotta da 80 chili di patate.

 

Meno carne si consuma, quindi, e meglio è per l’ambiente. Largo quindi a ricette vegetariane, ricette vegane, verdura e frutta stagionale e a km 0. Acquistando prodotti locali e stagionali si riduce ancora di più l’impatto ambientale: non vengono utilizzate le serre (per produrre, ad esempio, le fragole a gennaio) né impiegati mezzi di trasporto inquinanti (ad esempio, per portare un avocado dal Messico all’Italia).

Vai alla spesa online
CONAD VERSO NATURA Falafel di Ceci Biologici 10 Falafel 160 g-image
CONAD VERSO NATURA Falafel di Ceci Biologici 10 Falafel 160 g
CONAD VERSO NATURA Burger di Seitan Biologico 2 x 90 g-image
CONAD VERSO NATURA Burger di Seitan Biologico 2 x 90 g
CONAD VERSO NATURA Tofu al Naturale Biologico 2 x 125 g-image
CONAD VERSO NATURA Tofu al Naturale Biologico 2 x 125 g
Vai alla spesa online

Scopri i vantaggi delle Carte Conad!

Entra nel sito

Se sei già registrato, accedi per scoprire i vantaggi della Carta Insieme

Non hai un profilo?

Scegli il tuo punto vendita di fiducia per scoprire i vantaggi della Carta Insieme

Filtra tra le seguenti categorie

Seleziona un negozio

Effettua la ricerca per scoprire i negozi vicino a te e consultare i volantini

Ops, non sono stati trovati risultati.

Effettua una nuova ricerca o modifica lo spelling della parola inserita

Scegli il negozio

trovati

Operazione andata a buon fine

Servizio prenotazione libri di testo

Stai per atterrare su una piattaforma esterna che gestirà il servizio di prenotazione libri di testo, associato al punto vendita selezionato.