Mirtilli, piccoli grandi frutti

Autore Dott. Luca Borelli, dietista

I mirtilli sono frutti che nascono a primavera e ne esistono circa 130 specie diverse anche se le più diffuse e “famose” sono mirtillo nero, mirtillo rosso e mirtillo selvatico.

Sono piante le cui bacche sono ricchissime di antiossidanti soprattutto flavonoidi e che spesso, soprattutto nei tempi antichi, erano utilizzate, non solo come cibo, ma anche come medicamento.

In generale i frutti sono dolci, nutrienti e grazie alla ricchezza di: vitamine, fibre, sali minerali e come detto flavonoidi possiedono proprietà antitumorali, di protezione cardiovascolare.

MIRTILLO NERO: PROPRIETÀ

Tra le varietà il mirtillo nero è forse quello che ha più caratteristiche e proprietà salutari.

Contiene infatti tra le atre sostanze benefiche, l’acido citrico fondamentale per proteggere le cellule e l’acido folico, vitamina molto importante non solo in gravidanza,

Il suo colore molto forte molto simile a quello dell’uva nera ci dice che contiene tannini e antociani che sono di aiuto per una buona circolazione dato che migliorano l’elasticità dei vasi sanguigni, migliorano la vista notturna favorendo il turnover della porpora retinica e infine combattono i radicali liberi rallentando l’invecchiamento cellulare.

MIRTILLO ROSSO: PROPRIETÀ

Il mirtillo rosso è un’altra varietà di mirtillo davvero ricca di proprietà salutistiche in quanto ha pochi zuccheri semplici e molto ferro e molta fibra oltre a tante altre sostanze di cui parleremo in seguito.

Contiene infatti tanti acidi che, creando un ambiente acido nelle vie urinarie, limitano la proliferazione batterica.

Come il suo “parente” nero grazie alle antocianine possiede qualità antiossidanti che ci aiutano ad invecchiare meglio, e flavonoidi impegnati nell’aiutare il turnover cellulare e a combattere l’infiammazione e l’aterosclerosi.

La sua vitamina C aiuta le donne in gravidanza e più in generale nella prevenzione delle forme influenzali, grazie alla sua funzione antiossidante che aiuta il nostro sistema immunitario.

Infine le sue proantocianidine sono di aiuto nella prevenzione del tumore.

MIRTILLI SELVATICI: PROPRIETÀ

I mirtilli selvatici rispetto a quelli coltivati risultano più piccoli e con la polpa viola con un gusto molto più deciso.

Come i loro parenti più grandi hanno tante proprietà salutistiche grazie al loro contenuto di antocianine, flavonoidi dalla grande capacità antiossidante e capaci di proteggere il nostro DNA.

Inoltre i mirtilli selvatici con la loro vitamina C e i tanti antiossidanti svolgono un ruolo importante nella prevenzione al cancro del colon, del seno e della prostata e hanno attività antiaterosclerotica, vasoprotettiva e antiinfiammatoria.

DISCLAIMER
Questo articolo ha carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute. Il lettore pertanto utilizzerà tali informazioni sotto la sua unica ed esclusiva responsabilità. In nessun caso l’autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni sia diretti sia indiretti o da problemi causati dall’utilizzo delle informazioni suggerite. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: