L’artista folle nel castello di Sciacca

Autore Bene Insieme

Sciacca è una cittadina nota soprattutto per le sue acque termali sulfuree, che ogni anno attraggono migliaia di turisti. Fanghi, inalazioni e abluzioni, unite insieme alla mitezza dl clima e al paesaggio fanno delle Terme di Sciacca, un luogo stupendo dove ricaricare le batterie psicofisiche.

Da non perdere il Castello dei Conti Luna, nella zona orientale della città, con la cinta muraria, la torre grande a pianta quadrangolare di cui però resta solo la base. Non c’è da disperarsi: potrete subito consolarvi con ilPalazzo del conte: anche di questonon resta molto, ma affacciandovidalle finestre potrete godere di un belpanorama.

Anche a Sciacca non mancano alcunestorie che sembrano uscite da libridi fiabe: su tutte, quella che riguarda l’artista Filippo Bentivegna, anche se a dirla tutta questa potrebbe sembrare una fiaba a tinte dark o quantomeno un pochino inquietanti.

A pochi chilometri da Sciacca, ai piedi del mitico monte Kronio,sorge il cosiddetto Castello Incantato, luogo incantato, surreale, storica dimora di questo folle artista:qui fra gli ulivi secolari, l’eccentricoscultore per oltre 40 anni, ricreò una vera e propria“popolazione” di teste scolpite nellapietra, nelle cortecce, nei rami, su cuisi divertiva a comandare. La stravaganza mista a follia del Bentivegna, pare sia stata conseguente ad una cocentedelusione amorosa avuta nel NuovoMondo.

Così, una volta tornato aSciacca si mise a fare l’eremita e isolatosi dalla civiltà, cominciò a creare, scalpellata doposcalpellata, il suo personalissimoregno, abitato da personaggi storici,fantastici e dalla sua regina, la donna amata. Inoltratevi in questa selva incantata, provate a riconoscere i volti deipersonaggi famosi, il profilo di undrago o di un cavallo alato e lasciatevi suggestionare dal “popolo” dipietra partorito da una delle figurepiù emblematiche ed enigmatiche di questa terra.

Il castello è aperto tutti i giorni con i seguenti orari: in estate dalle 9 alle 20, in inverno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.

Contenuti correlati

Altri contenuti: