Liguria: dall'entroterra al mare. Triora, Seborga e Bordighera

Autore Bene Insieme

La Liguria, si sa, è una regione costellata da tanti piccoli borghi che si arrampicano lungo gli scenari più suggestivi, pieni di architetture medievali che si portano dietro storie e leggende di ogni genere e, ovviamente, tanti prodotti tipici del posto che vale la pena conoscere per gustarli al meglio. Li scopriamo in un itinerario che va dall'entroterra al mare, da Triora a Bordighera, passando per Seborga, un viaggio verso il mare che vi lascerà a bocca piena.

Triora

A Triora ci si nutre di pane e fantasia. È il paese delle streghe e per le strade della cittadina si sentono raccontare ancora storie di strie e basue, di streghe e magie. A Triora vi potrete documentare sui processi per stregoneria che proprio lì avvennero nel piccolo Museo Etnografico e della Stregoneria. Da vedere anche la Cabotina, piccola costruzione dove la leggenda racconta che si riunissero le streghe. Oggi, ogni Halloween, si festeggia una grande festa in tutto il paese.

Non perdetevi il pane di Triora, un pane che viene fatto con farina e crusca e per questo è molto scuro e casereccio. Assaggiatelo col bruzzo, un formaggio d'alpeggio di ricotta fermentata e insaporito con erbe e spezie che gli conferiscono un gusto leggermente piccante.

Seborga

In antichità, il principato di Seborga batteva i Luigini, un'antica moneta che oggi si può acquistare per ricordo. Visitate il Palazzo dei Monaci, l'antica sede della Zecca, per sognare grandi ricchezze.

Il coniglio alla seborghina e la focaccia verde sono le specialità di questo borghetto. La focaccia verde di Seborga è così chiamata per via delle verdure che ricoprono l'impasto. Come accade per molte altre specialità liguri, quando si parla di verdure si intendono erbe e aromi raccolti in natura e che quindi variano di stagione in stagione.

Bordighera

E siamo arrivati al mare, a Bordighera, in questa località balneare molto interessante anche dal punto di vista storico-culturale. La cosa più bella da vedere a Bordighera? Le ville che furono di tutti i personaggi illustri della zona. Le imperdibili sono Villa Regina Margherita, Villa Mariani, Villa Garnier e il Municipio di Bordighera.

Primi piatti profumatissimi come le lasagne di borragine e i maccheroncini a ‘u tuccu, che sarebbe il ragù tradizionale ligure. Tra i secondi piatti più amati trovate una ricetta pasquale come agnello e carciofi, che si declina anche nel capretto al mirto e aceto balsamico o in semplici ma sfiziosi involtini di carne e verdure.

Contenuti correlati

Altri contenuti: