Merano i Giardini Botanici

Autore Bene Insieme

Appassionati di botanica e bellezza, unitevi! Su una superficie di ben 12 ettari si espandono dei giardini botanici tanto splendidi da esser stati nominati nel 2013 “International Garden of the Year”. Non serve una cartina (o forse si) ma per girare meglio fra gli ottanta singoli giardini tematici, meglio sapere che sono organizzati in quattro “mondi di giardino” diversi:

1) I giardini del sole, posizionati sotto il castello ed orientati verso sud. E’ qui che potete trovare il famoso giardino proibito, così chiamato perché al suo interno ci sono numerose piante velenose e, qualcuno ritiene dalle facoltà mistiche. Oltre a queste un olivo di settecento anni, diversi cactus e limoni. Se amate i tulipani venite in primavera: se ne trovano prati immensi e coloratissimi.

2) I boschi del mondo, sul lato settentrionale del castello, vi mostrano la fauna del pianeta con piante, fiori, alberi di tutto il mondo: si passa dal giardino giapponese alla spiaggia delle palme e per gli intenditori un rarissimo esemplare di Wollemia Nobilis.

3) I Giardini acquatici, un mondo fatto di laghetti, labirinti, un palmeto con duecento palme ed il cosiddetto giardino dei sensi, colmo di piante aromatiche che metterà alla prova soprattutto il vostro olfatto.

4) I Giardini tradizionali, dedicato ai paesaggi dell’Alto Adige contenente vigneti, frutteti, un orto di montagna e boschi sudtirolesi tradizionali.Al centro del giardino si trova, il laghetto con un piccolo padiglione, meta per appassionati di cultura nelle serate d’estate Meranesi. Ogni settimana qui si esibiscono artisti di fama internazionale. Il binocolo di Thun, una piattaforma a forma di binocolo gigante promette una vista panoramica sui giardini e su tutto il bacino di Merano e le sue fantastiche montagne.

Il castello stesso ospita un ristorante con una vista spettacolare sui giardini ed il Touriseum. Durante la visita si segue un percorso attraverso le stanze più belle di tutto il castello, tra cui proprio quelle, dove ai tempi alloggiarono Sissi e Franz Josef, i monarchi austriaci del 1900. Costruito nel lontano 1536 su una piccola collina sotto i pendii della montagna verso Avelengo il Castello oggi è di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano quale ne ha istituito il Touriseum (Museo del turismo).

Contenuti correlati

Altri contenuti: