Milano: ritrovo per artisti e movida

Autore Bene Insieme

Milano è una città capace di nascondere quartieri sorprendenti come quello di Brera o angoli inattesi come la zona dei Navigli. Il primo, situato nella parte nord ovest della città e composto da un complesso intrico di viottoli che contrasta immediatamente con gli ampi viali che contraddistinguono Milano. Per certi versi simile al quartiere parigino di Pigalle, in passato a Brera si ritrovavano gli artisti di strada persi tra i vicoletti e i localini notturni e gli immancabili maghi e cartomanti pronti a predire il futuro. Parte di quella atmosfera sospesa fra il bohemien e il naiv è rimasta intatta, con il quartiere che ospita il mercato settimanale dell’antiquariato ed è animato da una serie di locali e ristorantini caratteristici. Ecco perché Brera è un quartiere da non perdere così come imperdibile è la visita al Palazzo di Brera, nelle cui sale si trova la Pinacoteca dove sono esposte alcune delle maggiori opere di giganti quali Caravaggio, Mantegna, Modigliani, Raffaello e Piero della Francesca. I Navigli si trovano nella zona sud ovest della città. Fino al XIX secolo erano il porto della città e oggi sono al centro della movida notturna più cool, tra bar e discoteche esclusive invase dai milanesi e dai Vip. Sugli argini degli antichi canali della epoca rinascimentale, troverete una galassia di botteghe, negozi e locali per tutti i gusti. Luogo ideale per una tranquilla passeggiata o per un aperitivo, i Navigli offrono garanzia di divertimento in un’atmosfera particolare.  La vita notturna milanese è particolarmente vivace anche nel quartiere Garibaldi e nella zona di Corso Como, vero e proprio must della Milano “by night” con discoteche e locali mitici come il Lollapalooza, l’Old Fashion e l’Hollywood, balzato spesso agli onori delle cronache del gossip.    

Contenuti correlati

Altri contenuti: