Napoli Underground

Autore Bene Insieme

Napoli è così ricca di cultura e tradizioni, che tutto sembra poter raccontare qualcosa. Per racchiudere l’essenza di questa città in poche ore, non si può che partire dal suo centro storico, fra i più grandi e importanti d’Europa. Un intrico di vicoli, piazzette e stradine che si intrecciano le une alle altre. Quartieri come Avvocata, San Giuseppe, San Ferdinando, fanno parte del nucleo urbano protetto dall’Unesco

L’arteria che attraversa il cuore della città è la celeberrima Spaccanapoli: la strada che va dai Quartieri Spagnoli al quartiere di Forcella, tagliando in due (da cui il curioso nome) il capoluogo. Tanti palazzi antichi, chiesettine, ma anche le leggende, le superstizioni, le cabale, gli inconfondibili odori della cucina napoletana, i mercati improvvisati, “artisti” abusivi che vendono di tutto. Insomma Spaccanapoli non è quel che si dice un luogo da cartolina ma, probabilmente, è dentro questo budello che troverete lo scatto più riuscito della città di Pulcinella.

Se avete voglia di un po’ di avventura, andate a scoprire le bellezze di Napoli sotterranea. La visita comprende due percorsi: il primo attraverso l’acquedotto greco-romano e le sue cave di tufo, attraverso un breve tratto di gallerie, a tratti molto basse, tanto da doversi piegare (sconsigliato a chi soffre di claustrofobia). Si risale poi in superficie per raggiungere una tipica casa napoletana al piano terra, per iniziare il secondo percorso sui resti del teatro greco-romano.

Fate un rapido giro nella vicina via San Gregorio Armeno, la celebre strada degli artigiani del presepio napoletano e fatevi avvolgere dalla tradizione partenopea. In questa strada lunga, stretta e circondata dai caratteristici palazzi alti, tornerete bambini nel contemplare ammirati casette di sughero, statuine in terracotta, greggi e pastori. Una visita la merita di certo il Bosco di Capodimonte, un vero e proprio bosco cittadino, dove all’interno è posizionata la Reggia, una delle residenze di Carlo Borbone, un tempo Re di Napoli. Passeggiando per le ampie sale del palazzo, perfettamente arredate, avrete l’impressione che la famiglia borbonica sia appena uscita di casa.

Contenuti correlati

Altri contenuti: