Natale in Salento tra mercatini, artigianato e specialità culinarie

Autore Bene Insieme

I primi a capire che non fosse una destinazione perfetta esclusivamente per le vacanze estive sono stati i turisti del nord Europa (Scandinavia e Repubbliche baltiche) che in numero sempre crescente lo hanno scelto per una vacanza al “caldo” durante
i mesi invernali. Si dà il caso però che la penisola salentina sia sempre più apprezzata, anche a dicembre, per come si trasforma e per tutti gli appuntamenti che offre durante le festività natalizie.

Andiamo controcorrente insieme, raggiungiamo Lecce e la sua provincia per vedere da vicino tutti questi piccoli grandi eventi. Insomma, il Natale nel Salento è davvero magico! Manca solo la neve, ma non è detto... 

A passeggio tra le bancarelle dei marcatini natalizi

Appena svegli basta il primo sguardo su Lecce per capire che è meravigliosa. Dal giorno dell’Immacolata (8 dicembre) con tutti gli eventi a tema presenti sul territorio (tutto un susseguirsi di stand, bancarelle e mercatini natalizi), lo è ancora di più. L’incanto che sa donare la festività più attesa dell’anno è cosa nota a ogni latitudine: a essa aggiungete i colori e la multietnicità dei popoli del Mediterraneo che qui, nel “tacco d’Italia”, hanno lasciato segni del loro fondersi e otterrete un cocktail di bellezza irripetibile.

Chi è appassionato di mercatini troverà di che stupirsi lungo il permanente Mercatino delle arti e delle etnie in Viale Moro. È una sorta di suq: esotico, un po’ confusionario certo, ma fascinoso dove si mescolano le eccellenze alimentari e artigianali locali con quelle dei continenti africano, asiatico e sudamericano. Le prelibatezze culinarie non mancano di certo, ma si trovano anche piccole ceste fatte da rami d’ulivo intrecciati, agili soprammobili realizzati con la pietra leccese, statuette in pietra leccese o ceramica, merletti e pizzi lavorati finemente, tutto l’occorrente per realizzare o completare un presepe o un albero di Natale e tanto altro ancora. Tutto questo, passeggiando fra le meraviglie che il tempo, generoso con queste terre, ha lasciato intatte.

Trascorrendo qualche giorno di dicembre qui, vi accorgerete di come la Natività ogni anno accenda l’estro e la manualità di grandi artigiani e di come il Natale costituisca un’occasione unica per conoscere il loro operato nelle varie declinazioni. Un altro esempio? La Fiera dei Pupi durante il mese di dicembre, da quest'anno presso il Castello di Carlo
V, dove le opere dei maestri cartapestai si possono anche comprare per dare un tocco sublime al proprio presepe. Vi lasceranno a bocca aperta.

L’artigianato scende in piazza

Nella centralissima ed elegante piazza Sant’Oronzo, c’è un intero accampamento, costituito da decine di casupole di legno, tutto da esplorare: il Natale Artigiano, giunto ormai alla
VII edizione è una sorta di villaggio di Natale, patrocinato dal Comune alla cui costruzione collaborano anche la Camera di Commercio e il Confartigianato di Lecce. Anche qui la proposta artigianale/culinaria (tutta a km 0) è assai ampia, sicché potrete non solo fare acquisti, ma anche degustare specialità locali. La particolarità per quel che riguarda i manufatti è che potrete seguire istantaneamente il processo

di lavorazione dei materiali: dalla pietra leccese, al legno, dalla ceramica alla cartapesta ecc... Se non vi basta restare a guardare, grazie a un’iniziativa chiamata “artigiano per un giorno” potete cimentarvi in prima persona con una o più di queste specialità; mettetevi alla prova! In vostro aiuto alcuni maestri locali da cui dovrete esser bravi a carpire qualche segreto del mestiere. L’ingresso a Natale Artigiano è libero: un motivo in più per non farselo scappare. 

Il magico villaggio di Babbo Natale a Santa Maria di Leuca

Nel primo pomeriggio (soprattutto se siete in compagnia di bimbi) dedichiamoci ai più piccoli; in fondo il Natale è soprattutto la loro festa no? Mettetevi in viaggio verso S. Maria di Leuca. Puntate dritti all’estremo sud dove vi aspetta la Casa di Babbo Natale. Non siamo impazziti: tenetevi pronti a varcare la soglia del Salento Santa Claus Village che, dal 25 novembre fino al 30 dicembre, ricrea con stupendi e fantasiosi dettagli, la città immacolata del primo grande eroe dei vostri figli: Babbo Natale.

Nel villaggio ci sono la stanza dei racconti, l’ufficio postale ricolmo di letterine, la sua camera da letto, la cucina e l’officina dove insieme agli operosi elfi assembla i giocattoli da distribuire ai bimbi di tutto il pianeta. Visitare il Santa Claus Village è un'esperienza straordinaria dove si mescolano fantasia e dolcezza, incantesimo e tradizione con tanti giochi, indovinelli, spettacoli e momenti creativi organizzati in questa ambientazione fantastica. Il villaggio è una cuccagna anche per il palato e lungo le sue viuzze trovate zucchero filato, caldarroste, pittule calde e cioccolata. Il Salento Santa Claus Village è aperto tutti i sabati dalle 16 alle 22 e tutte le domeniche e i festivi dalle 10 alle 21. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: