Padova fuori porta: tra storia e arte

Autore Bene Insieme

A Luvigliano di Torreglia, circondata dai morbidi e bellissimi colli euganei, si trova Villa dei Vescovi che anche grazie al FAI (Fondo Ambiente Italiano) oggi vive una seconda giovinezza con un fitto calendario di eventi per grandi e piccini al suo interno. Convegni, picnic, mostre, matrimoni, riunioni private, possono creare qualche problema per la visita interna, per cui è consigliabile la prenotazione. Potete gironzolare per i vari piani, dal centro del giardino al piano superiore, con le bellissime sale affrescate ed uscire sul portico che circonda tutto l'edificio e che offre una vista incomparabile a 360°. Il giro guidato, con una piccola maggiorazione di prezzo, migliora di gran lunga la comprensione della storia del luogo. Se la giornata lo consente, potete anche scendere nel vigneto per una passeggiata oppure rilassarsi sorseggiando una bibita, comodamente seduti presso una delle due logge magnificamente dipinte. Guardando le decorazioni floreali e il paesaggio che circonda Villa dei Vescovi vi sembrerà che pittura e natura si fondano in un unico quadro. Per chi volesse trascorre una notte da vero Signore, è possibile prenotare una camera cliccando qui: www.visitfai.it/villadeivescovi/soggiorna-a-villa-dei-vescovi.

A meno di 30 km, a Piazzola sul Brenta, trovate Villa Contarini, una tra le più prestigiose e grandi Ville Venete. Già arrivando la magnificenza della costruzione non può lasciarvi indifferente. E pensare che nel corso del 1800, l'edificio andò in degrado diventando dapprima magazzino agricolo, poi addirittura caserma di un reggimento. Si deve ringraziare la famiglia Camerini, che dopo la metà del XX ha riportato la villa a nuovo splendore. L'interno della villa restaurato, conserva buona parte del patrimonio artistico un tempo ancora più abbondante. Tutto è bellezza ed armonia ma a fissarsi nella memoria sono soprattutto la caratteristica sala delle conchiglie e la sala della chitarra, costruita come una cassa armonica di una chitarra rovesciata e dalla quale spesso, si diffonde il suono nel salone d'ingresso.                          Al terzo piano, nel salone degli strumenti, è esposta una raccolta di antiche mappe e disegni costituiscono l'archivio storico della villa.

Contenuti correlati

Altri contenuti: