Provincia di Parma: nella food valley

Autore Bene Insieme

La fama del territorio parmense per la buona tavola, è tale da essersi guadagnato l'appellativo di "Food Valley" per cui un comodo percorso enogastronomico è d'obbligo, soprattutto per scoprire i prodotti della zona.
Le condizioni di clima e territorio e le antiche tradizioni mantenute da tantissime generazioni, hanno dato vita a marchi storici e prodotti tipici per i buongustai più esigenti. Il Prosciutto di Parma ad esempio è conosciuto anche dai meno esperti, grazie all'inconfondibile marchio della corona ducale a cinque punte impressa a fuoco, al colore roseo e al sapore dolce e delicato.
Il Culatello, prodotto nelle campagne accarezzate dalle acque del Po, soprattutto nella zona di Zibello è ricavato dalla parte muscolosa degli arti posteriori del suino e richiede una lunga stagionatura.
Passando ai formaggi, d'obbligo citare un’altra celebrity mondiale come il  Parmigiano Reggiano, che ha origini molto antiche se persino Boccaccio nel “Decamerone”, ne elogiò il gusto portentoso ed è ancora oggi, uno degli alimenti più sani e completi della nostra tavola.  Se volete scoprire come nasce il sovrano dei formaggi, è possibile assistere alle fasi più significative della lavorazione nei caseifici produttori emiliani. La visita guidata dura circa due ore e va prenotata almeno due settimane prima. Il nome di Parma ed i suoi tanti prodotti tipici, hanno valicato i confini nazionali grazie alla loro preziosità protetta dai Consorzi di tutela del prodotto. I prodotti locali sono stati valorizzati e difesi grazie alla istituzione dei Musei del Cibo: il Museo del Parmigiano-Reggianoche ha sede a Soragna, nella bassa parmense dove è possibile seguire, tra cimeli e utensili antichi, tutte le fasi della produzione del formaggio più amato dagli italiani. Ovviamente c’è la possibilità di assaggi di forme a diversa stagionatura. Il Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma, a Langhirano nella zona collinare, luogo deputato ideale per la stagionatura. Nell’antico Castello di Felino si trovainvece il Museo del Salame, dedicato al più rinomato dei salami italiani. La cucina parmense è inoltre ricca di prodotti particolari, come i già citati formaggi, i salumi, un’ottima pasticceria ed il nocino.                                                                    A questo punto non resta che augurarvi buon tour e buon appetito!

Contenuti correlati

Altri contenuti: