Provincia di Isernia: Agnone e Frosolone

Autore Bene Insieme

Agnone è un borgo di 5.000 abitanti nel cuore dell’alto Molise in posizione centrale rispetto al territorio della Comunità Montana. Non a caso veniva soprannominato l’Atene del Sannio. Da visitare ad Agnone c’è ovviamente il centro storico, in stile veneziano, che trabocca di botteghe antiche, molte delle quali specializzate nella lavorazione del rame e del ferro, attività un tempo molto cospicua e fiorente. Se siete fortunati, avrete la possibilità di ammirare qualcuno degli artigiani direttamente al lavoro, mentre plasma il rame tra le sapienti mani.

Passo dopo passo, e bottega dopo bottega, è giunta l’ora per la tanto attesa visita al museo della pontificia fonderia di campane Marinelli. La fonderia è una delle più antiche al mondo, e rappresenta una delle eccellenze artigianali italiane, tanto da potersi avvalere dello stemma pontificio assegnato loro da Pio X nel 1924. Alla visita sarete guidati da un maestro campanaro che vi illustrerà tutte le fasi di lavorazione delle campane e le tecniche utilizzate, farcendo i racconti con curiosità e qualche aneddoto simpatico. All’interno del museo sono custoditi gelosamente pezzi di storia della fonderia Marinelli come un’edizione olandese del trattato “De Tintinnabulis” (“Sulla costruzione delle campane”) del 1664, oltre a pezzi di campane (una, preziosissima, risalente all’anno 1000) e alle teche che conservano bronzi di varia forma ed età.

Agnone è ricchissimo di chiese, ne potete scorgere praticamente ad ogni angolo del centro storico: tra le più importanti consigliamo la chiesa di San Marco Evangelista del XII secolo la quale presenta un notevole portale rinascimentale, la chiesa di San Francesco (considerata monumento nazionale), risalente al XIV secolo, che ha un caratteristico portale gotico e un rosone molto particolare.

Sempre in provincia di Isernia trovate Frosolone, borgo che si fregia della certificazione Touring Club Italiano di Bandiera Arancione, espressione dell’alto valore storico, culturale e ambientale proposto dal gioiello dell’entroterra molisano. A poco più di mezz’ora dal capoluogo, circondata da ampi prati smeraldini frequentati da cavalli e mucche al pascolo, Frosolone presenta il tipico paesaggio collinare. Un intreccio di vicoli caratterizza il borgo, nel quale vi consigliamo di dare un’occhiata alla chiesa di Santa Maria Assunta, e dove sorgono botteghe artigiane in cui potrete fare man bassa di prelibatezze locali come scamorza, stracciata, pecorino, caciocavallo e il vino locale Biferno Bianco o Rosso.

Contenuti correlati

Altri contenuti: