Provincia di Sassari: le grotte di Nettuno

Autore Bene Insieme

Nel bellissimo promontorio di Capo Caccia, a circa 20km da Alghero, si trovano incredibili e meravigliose formazioni carsiche chiamate Grotte di Nettuno, all’interno dell’area marina protetta.  I modi per raggiungere questo spettacolo della natura sono due: si può arrivare a Capo Caccia in auto, in bus o per i più allenati anche in bici, e addentrarsi nelle Grotte attraverso l’Escala del Cabirol (scala del capriolo), una scalinata di 656 gradini, lungo la parete del massiccio.

Oppure, durante la stagione estiva, potete arrivarci via mare: ogni giorno, infatti, dal porto, partono tantissime imbarcazioni per delle mini-crociere nel Golfo di Alghero e nell’ Area Marina Protetta di Capo Caccia-Isola Piana. Questa è la soluzione ideale per chi vuole godersi la giornata in massimo relax: le mini-crociere offrono spesso il pranzo a bordo e vi danno la possibilità di esplorare meravigliose spiagge e, perché no, fare un bel tuffo! La storia delle Grotte di Nettuno risale ai tempi preistorici: alcune tracce rinvenute all’interno, rimandano al Neolitico e fanno pensare che siano trascorsi circa 2.000.000 anni dalla loro formazione e che i nostri antenati le conoscessero e le utilizzassero, in base alle proprie esigenze. Ecco perché, oltre ad essere una meta turistica che attira oltre centomila persone l’anno, costituiscono anche una destinazione di grande richiamo per gli speleologi di tutto il mondo.

Va detto che l’ingresso nelle grotte è possibile solo se le condizioni meteo-marine sono ideali, quindi soprattutto nel periodo primaverile ed estivo.  E’ quasi impossibile descrivere a parole ciò che vi attende l’interno. Qualcosa di veramente meraviglioso, la natura in tutta la sua potente magia. I fondali del mare sono semplicemente magnifici, ed offrono riflessi suggestivi per uno scenario davvero fiabesco. Con un po’ di fortuna potreste incrociare anche i delfini. Insomma, visitare le Grotte di Nettuno di Alghero è una di quelle cose che ognuno dovrebbe fare almeno una volta nella vita. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: