Roma fra gloria, gladiatori e rovine

Autore Bene Insieme

Le opere d’arte e le rovine classiche in una città come Roma, sono talmente onnipresenti che oltre ad occupare grandi aree come nel caso di chiese o anfiteatri, talvolta si trovano fra due banalissimi palazzimoderni o in stradine secondari e seminascoste. Dall’età antica al rinascimento e oltre possiamo seguire dei tour monografici e girare la capitale per giorni e giorni. Qui ci focalizziamo sull’arte antica e il modo migliore per capire quella che è stata la grandezza di Roma è visitare il Foro Romano e i Fori Imperiali, passeggiando lungo l’omonima via tra piazza Venezia e il Colosseo.

I Fori Imperiali sono un complesso architettonico unico al mondo, centro dell'attività politica di Roma antica, un luogo che nel corso dei secoli si è arricchito di strutture ed edifici realizzati in un periodo di circa 150 anni. Pensate che le tracce più antiche della presenza umana, risalgono al II millennio a.C. e sono state rivenute proprio nell’area dei Fori, in corrispondenza di quello che sarebbe diventato il Foro di Cesare. Proseguendo dritti si costeggia il Palatino su via di san Gregorio e, giunti su piazza di Porta Capena, si può scegliere se andare verso sinistra in direzione delle Terme di Caracalla o verso destra al Circo Massimo.

Il simbolo di questa Roma (e di Roma in generale) è il mitico Colosseo, il primo anfiteatro stabile della città, voluto da Vespasiano e completato dal figlio Tito (80 d.C.). Costituito da tre ordini sovrapposti (dorico, ionico, corinzio), per un totale di 240 arcate e alto quasi 50 metri il Colosseo è uno dei soggetti più fotografati al mondo.Naturalmente per ammirare le opere che decoravano le splendide strutture della Roma classica, non si può rinunciare alla visita della sezione archeologica dei Musei Vaticani, dei Musei Capitolini, e la splendida Ara Pacis, dedicata alla pace dell’età augustea dopo le grandi conquiste romane in Gallia e Spagna.
Infine visitate la Necropoli, lo splendido sito archeologico sotterraneo (visitabile su prenotazione). Si tratta dell’area scavata sotto la basilica Vaticana in cui è possibile camminare sulla strada in tufo dell’antico cimitero romano e ammirare le tombe, tra cui quella ritenuta dell’apostolo Pietro. La Necropoli è uno dei luoghi della città maggiormente capaci di trasmettere l’incredibile fascino della storia. 

Contenuti correlati

Altri contenuti: