Sulle Prealpi: Gemona e San Daniele

Autore Bene Insieme

Adagiate sulle pendici delle Prealpi Giulie ci sono alcuni luoghi simbolo del carattere friulano, così tenace e laborioso: per esempio Gemona, una delle più belle località storiche del Friuli Venezia Giulia, di cui il bellissimo centro storico di origine medioevale, custodisce preziosi tesori.
La cittadina salì agli onori della cronaca internazionale per il devastante terremoto che 40 anni sconvolse l’intero Friuli, negli ultimi anni è divenuta uno dei principali simboli della rinascita di questa terra ed è riconosciuta a livello europeo come modello di una ricostruzione riuscita.
Nel suo cuore antico spicca maestoso il Duomo di Santa Maria Assunta dalle architetture romanico-gotiche, che si mostra in tutta la sua bellezza a chi arriva dalla suggestiva Via Bini, i cui palazzi sono stati restaurati mantenendo l'aspetto originario. Qui si trova anche il Santuario di Sant’Antonio, che risulta essere il più antico luogo di culto al mondo dedicato al Santo di Padova.

Una curiosità: se capitaste a Gemona in agosto sappiate che ogni anno, il primo week end agostano, si svolge nel cuore antico della città, la manifestazione Tempus est jocundum con dame e cavalieri, compagnie teatrali erranti, mercanti e i migliori artigiani, animazioni e affollate taverne che animano ogni piazza e ogni piccolo angolo del bellissimo centro storico.

Altro luogo da non perdere è San Daniele, anch’esso poggiato sulle morbide distese di pallide colline. Visitatela e lasciatevi abbagliare dal candore della facciata del Duomo settecentesco e dagli affreschi dell’ex Chiesa di Sant’Antonio Abate. A San Daniele troverete anche la Biblioteca Guarneriana, una delle più prestigiose d’Italia che conserva all’interno preziosi codici miniati: fra le sue stanze colme di antichi volumi, vi sentirete come nella biblioteca più celebre del giallo italiano: quella de “Il nome della rosa”.

San Daniele è nota a livello internazionale per due suoi prodotti: la trota affumicata e soprattutto un prosciutto dal sapore inimitabile, frutto di una tradizione secolare e di un microclima unico. E’ proprio in questo paradiso bucolico infatti che nasce il prosciutto San Daniele.

Contenuti correlati

Altri contenuti: