Torino: la città col cuore verde

Autore Bene Insieme

A differenza di tante altre grandi città, Torino è incorniciata da molto verde. La bellezza, la vivibilità e l’equilibrio fra urbanizzazione e natura, nel capoluogo sono rappresentati dal Parco del Valentino il più famoso e antico parco pubblico della città. Al suo interno un patrimonio arboreo sterminato con pioppi, faggi, tigli, platani, olmi e sequoie monumentali, molti angoli fioriti, piccoli ruscelli, pittoreschi laghetti con ponticelli in legno, boschetti e prati smeraldini. Incerta l’origine del nome di quest’area verde (anche se per qualcuno va fatta risalire al Santo degli innamorati le cui spoglie sono conservate in una chiesetta non lontana), ben nota ai torinesi appassionati di jogging e bicicletta. Nel cuore del parco cittadino sorge lo splendido Castello del Valentino, inserito dall’Unesco nella lista del Patrimonio dell’Umanità insieme alle altre residenze sabaude piemontesi. Oggi il Castello è la sede della Facoltà di Architettura del Politecnico. Mentre vi rilassate respirando a pieni polmoni l’aria salubre del parco, date un’occhiata in giro e avvisterete costruzioni davvero singolari. Fra tutte il Borgo Medioevale, la riproduzione di un villaggio del ‘400 con tanto di case fortificate, botteghe, viuzze, ponte levatoio e Rocca. Costruito come padiglione di arte antica per una mostra sul patrimonio storico piemontese, al termine dell’evento, il complesso fu conservato, trasformandosi in un piacevole e curioso luogo di svago. 

Orario Castello: sabato dalle 9:30 alle 12. Ingresso gratuito. Borgo: dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 19 (inverno); dalle 9 alle 20 (estate). Ingresso gratuito. 

Nei pressi di Torino si trova anche la collina di Superga con la incomparabile Basilica. Da Piazza Castello ci si arriva con la linea 15, direzione Sassi. Poi si prende la tranvia a dentera (l’ultima rimasta in Italia) in direzione Superga per un tragitto molto caratteristico. Una volta arrivati a destinazione, vi aspetta la bellissima Basilica. Penetrate nei suoi sotterranei per visitare le tombe reali dei Savoia ed il mausoleo ricco di opere d’arte. Poi risalendo e percorrendo una scala a chiocciola di 131 gradini, potrete ammirare tutta l’eleganza e la grazia di Torino abbracciata dall’arco alpino, in un meraviglioso, indimenticabile panorama. In caso di gruppo numeroso (superiore alle 10 persone) si raccomanda la prenotazione della visita tramite l’indirizzo mail prenotazioni@basilicadisuperga.com

Contenuti correlati

Altri contenuti: