Tropea, la citta’ sulla roccia

Autore Bene Insieme

Issata su uno sperone di roccia a picco sul mare vicino Capo Vaticano, ecco Tropea le cui origini sono sconosciute. Sappiamo che si sviluppò con i normanni e con gli aragonesi divenne un attivissimo centro marinaro che intesseva rapporti commerciali con tutti i grandi paesi del Mediterraneo di allora, disponendo di una sua flotta personale.

Passeggiando nel centro storico di Tropea ad affascinarvi sarà l’atmosfera romantica che vi riporta indietro nel tempo, con i palazzi nobiliari risalenti al ’700 e all’800 e con il cuore della città ovvero Piazza Ercole con edifici appartenuti alla nobiltà oltre al monumento del filosofo Pasquale Galluppi. Secondo un'affascinante leggenda sarebbe stato Ercole in persona a fondare “Forum Ercolis” (antico nome di Tropea), dopo aver liberato la Calabria dai giganti o mentre ricercava il Vello d'oro, insieme a Giasone e gli Argonauti. 

Tutto da godere il centralissimo corso Vittorio Emanuele II partendo dall’interno e andando verso il mare. Deviazione obbligata in via Roma per raggiungere la cattedrale romanica siculo-normanna del XII secolo, dove ammirare l’icona della Patrona della cittadina, la Vergine di Romania e il grande Crocifisso Nero del 1600. Guardatevi intorno: questa stupenda cittadina sembra lo studio di un pittore con sei “finestre”, ognuna delle quali regala un belvedere differente. Fra i più belli c’è Largo Migliarese, da cui si ammirano la spiaggia della Rotonda e lo scoglio San Leonardo.

A proposito di spiagge, che dire dei litorali locali? Siete in uno dei tratti di costa più spettacolari del mediterraneo e le piccole baie con sabbia candida e finissima sono una vera tentazione. Perché resisterle?  Un po’ di relax ed una bella camminata in riva al mare sono un toccasana per corpo e anima.Fra le più belle vi consigliamo: il litorale del Cannone che si trova esattamente dietro al molo nord del porto turistico ed è l’ideale per chi non ama la folla. Assai suggestiva è anche Capo Vaticano dove di imperdibile c’è soprattutto la Grotta del Palombaro, che collega la spiaggia della Rotonda con quella della Linguata. Oltre al turismo, di una certa importanza è l'agricoltura che può vantare due eccellenze nazionali come la cipolla e la lattuga gigante di Tropea.

Contenuti correlati

Altri contenuti: